Fiat scala ancora Chrysler

Fiat In Italia, Fiat all’estero; Diversi Paesi, diverse politiche. Così la notizia del Wall Street Journal secondo cui l’azienda sarebbe pronta nei prossimi giorni ad aumentare la propria quota di azioni Chrysler, passando dall’attuale dal 58,5% al 61,9%, la dice lunga sulle reali intenzioni a livello di investimenti nel medio periodo. D’altronde l’Europa stagna mentre al di là dell’Oceano le vendite crescono (per ora, vedremo quanto vanno avanti). Logica dunque l’applicazione di una stringente politica economica. Logico quindi che anche noi si faccia lo stesso e si valuti un prodotto per quello che è. Punto. E mandiamolo pure a capo.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Sempre più elettrici gli Usa

L’amministrazione Biden ha deciso di spingere sull’acceleratore della mobilità elettrica, l’investimento previsto è di addirittura 174 miliardi di dollari. Una vera pioggia di denaro su

Leggi Tutto »

La buona Stella

Per il gruppo Daimler sembra che il vento stia cambiando: in aumento le vendite di Mercedes e Smart, con un significativo incremento anche dei modelli

Leggi Tutto »

La UE della follia

Ulteriore giro di vite sulle automobili, senza considerare le difficoltà di una popolazione che, perdurando la pandemia, a tutto può pensare fuorché a cambiare auto.

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli