Dal nord un attacco alla Jeep

Ve lo ricordate il test dell’alce, quello che nel 1997 mise in crisi la Mercedes con la sua (appena lanciata) Classe A e che costrinse la Casa ritirare le auto già vendute e ad accollarsi costi immensi per dotarle tutte di ESP e di nuove sospensioni? Bene, la storia si ripete, questa volta con la Jeep Grand Cherokee di ultima generazione. I tecnici di Teknikens Varl, la rivista svedese che svolge regolarmente questi test di stabilità sulle auto, hanno messo alla prova diversi esemplari della vettura ottenendo sempre lo stesso risultato: una pericolosa tendenza al ribaltamento in caso di brusco evitamento di un ostacolo. E non pensate di essere al sicuro qui al sud, dove non ci sono alci, perché la manovra è esattamente la stessa che si compie quando si evita qualunque ostacolo improvviso sulla carreggiata. Ovvia la successiva diatriba tra gli ingegneri (italo)USA e quelli svedesi; questi ultimi sostengono però che il carico di collaudo impiegato dai primi sia inferiore al massimo consentito; guardate il filmato della prova http://www.teknikensvarld.se/jeepmoosetest-part4/. In ogni caso il giudizio dei “cavalieri del nord” è durissimo: non comprate questa auto se volete salvaguardare la salvezza di voi e dei vostri cari.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Una td, per fortuna….

Le novità con motore Diesel sono ormai una vera rarità. Per cui ben venga l’Audi Q2 con il 2.0 TDI da 150 CV. Perché piaccia o no, per il gasolio c’è ancora spazio

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli