Metti una strada con il formaggio

Questa è davvero forte. In inverno le amministrazioni devono accollarsi elevati costi per trattare le strade ghiacciate. La soluzione universalmente adottata è quella di cospargere il manto stradale di sale, che fa scendere il punto di congelamento dell’acqua ed elimina così il ghiaccio. Ma l’uso del sale ha un lato negativo perché il suo elevato potere corrosivo risulta dannoso sia all’asfalto stesso sia alla carrozzeria delle auto che percorrono il tratto “salato”. Così nel Wisconsin (Usa), dove la sanno lunga di neve ghiaccio e basse temperature, hanno trovato una soluzione alternativa  locale che a loro dire è molto efficace: invece di spargere sale, impiegano gli scarti di lavorazione dei caseifici locali, il latticello salato che rimane da smaltire a fine ciclo. Pare che nella contea di Polk un dipendente del caseifico locale per un incidente abbia sparso il residuo sull’asfalto all’interno dell’azienda, notando un immediato miglioramento dello stato dell’asfalto. Nelle contee Usa la catena di comando è breve e così il nostro novello Archimede ha informato il sindaco, il quale dopo qualche esperimento ha contagiato prima la contea e dopo l’intero stato, nel quale la produzione di formaggio è capillare e diffusa. Così da quest’anno per sghiacciare le strade in Wisconsin si usano i residui provenienti dai caseifici con il vantaggio di una maggiore resistenza al freddo (-20 °C contro i circa -10 °C con il sale) e di una forte riduzione di costo. I caseifici risparmiano infatti i costi di smaltimento e le amministrazioni quelli di acquisto del sale. Tutti contenti? Beh, dipende. Perché il latticello puzza terribilmente e così quando si parcheggia l’auto nel box e la temperatura sale il penetrante odore di formaggio stantio rischia di invadere l’intera casa. Meglio la puzza o il rischio?

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Colpo di coda

Dopo il clamoroso fallimento del suo progetto automobilistico, Dyson torna alla ribalta con un piano di sviluppo per batterie a stato solido Sino a un

Leggi Tutto »

A volte ritornano

La ri-nomina di Stephan Winkelmann ad amministratore delegato di Lamborghini crea un “pacchetto” pronto per lo spinoff. L’annuncio arriva quasi in contemporanea con quello del

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli