Norvegia elettrica

Mentre nella UE l’avanzata delle auto elettriche stenta, nello splendido isolamento della Norvegia le immatricolazioni di auto a batteria crescono rapidamente. Ultima arrivata, la Renault Zoe, che è stata protagonista di una manifestazione a Oslo con test drive per tutti i potenziali acquirenti. Attualmente nel Paese si è giunti al 12% di immatricolazioni, soprattutto grazie alle notevoli facilitazioni, che prevedono l’azzeramento dell’Iva, il parcheggio gratis e in genere l’eliminazione dei numerosi balzelli applicati a volontà sull’auto. I norvegesi sono una sorta di integralisti: fino a non molto tempo fa se chi decideva di cambiare l’auto prima del compimento dei 10 anni era soggetto a un’Iva del 100%. Se la trazione elettrica è il mood, quindi, nessuna meraviglia che tutti si adeguino. Comunque, tenuto conto che la Norvegia ha suppergiù 5 milioni di abitanti e che possiamo ritenerne la metà autombilisti, le immatricolazioni non sono disprezzabili, con un totale di circa 15.000 elettriche in circolazione. In più, le ricariche sono gratis: il Paese nordico è un grande produttore di energia idroelettrica (anche di petrolio però, destinato per la maggior parte all’esportazione), ma visto che con la corrente riscaldano le piste degli aeroporti, possono anche concedere il lusso del collegamento gratuito alle colonnine.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

A volte ritornano

La ri-nomina di Stephan Winkelmann ad amministratore delegato di Lamborghini crea un “pacchetto” pronto per lo spinoff. L’annuncio arriva quasi in contemporanea con quello del

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli