Saloni come se piovesse

Tra Pechino e NY c’è un pout pourri di auto di vario genere, con una discreta prevalenza di muscle in ambito yankee. Per esempio la SRT Viper Time Attack Anodized Carbon Special Edition Package, un nome interminabile per una vecchia auto che con il nuovo brand cerca di dimenticare le sue (lontanissime) origini Chrysler e Dodge e il motore da truck (anche se V10). Livrea metallizzata opaca, stesso motore 8.4 litri da 640 CV e tiratura in 50 pezzi, assai meno delle vetture distrutte recentemente. Sempre in ambito muscle d’annata, la Ford Mustang festeggia i 50anni con un’altra edizione dal nome lunghetto, Ford Mustang 50 Year Limited Edition, 1964 esemplari (l’anno del debutto) tutti con il V8  litri da 420 CV. Simpatici gli auguri da parte della storica avversaria, la Camaro, con un’auto allestita  in stile compleanno. Ma vi sono anche le nuove Dodge Challenger, che grazie all’HEMI V8 da 6,4 litri scaricano 485 CV sull’asse dietro, tutti da sgommare. Roba vecchia insomma, aria di restaurazione. Basandosi su questo potremmo concludere: ” Ecologia? Chi l’hai vista”? Ma fortunatamente c’è anche altro. Per esempio la Saleen Tesla Model S, prima elaborazione da parte di un tuner su una elettrica: oltre alla revisione dell’interno a base di carbonio e pelle, c’è anche una ritoccatina alla parte meccanica, che permette di fare lo 0-100 in 4,2 secondi e di raggiungere i 210 orari. Oppure, cambiando parte del mondo, a Pechino Volvo ha rivelato la S60 S60L PPHEV (Petrol Plug-In Hybrid Electric Vehicle- ma cos’è ‘sto amore per le sigle chilometriche, un virus?) dotata di un motore a benzina a 4 cilindri turbo da 240 CV con trasmissione automatica a 9 rapporti che agisce sulle ruote anteriori, mentre al retrotreno troviamo un motore elettrico da 70 cavalli alimentato dalla batteria al litio da 11,2 kWh che offre 50 km di marcia solo elettrica, la ricarica in 4 ore e mezza da una presa di casa e l’impiego 4×4 come per le Peugeot. Un’ultima notizia: a NY Scion, la Toyota Usa, ha presentato una versione Release Series 1.0 della FR-S, la GT-86 dalle nostre parti. Prodotta in soli 1.500 esemplari con la livrea gialla, costerà un bel 750 $ più della standard. Ma non erano mica in crisi di mercato perché costava troppo?

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

La prossima R di VW

La svolta elettrica del marchio tedesco non lascerà indietro i modelli sportivi: la concept ID.X potrebbe sostituire la Golf R. Ralph Brandstätter, ad di VW,

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli