BMW investe nel carbonio

La notizia che BMW intende triplicare la produzione di fibra di carbonio nel suo stabilimento americano di Moses Lake ci dà uno scorcio sul futuro delle tecnologie costruttive delle scocche che il gruppo intende adottare. La produzione annua della SGL infatti, società partecipata da BMW che costruisce scocche in CFRP (fibra di carbonio rinforzata con resina sintetica), passerà nel corso di quest’anno dalle attuali 3.000 tonnellate di fibra  a ben 9.000 mediante l’apertura di 4 nuove linee di produzione. La politica produttiva segue l’intenzione di BMW di utilizzare parti in CFRP in molti dei prossimi nuovi modelli, così come quella di aprire alla vendita a terzi di parti modellate in carbonio. Attualmente i particolari che è previsto passeranno dalla costruzione metallica a quella in carbonio sono principalmente i montanti centrali delle scocche, i sedili e la loro struttura, la strumentazione e le pannelature della plancia, ma ci sono già prototipi di ruote interamente in tale materiale. L’innovazione introdotta con il procedimento industriale di SGL, quindi,  che ha reso possibile per la prima volta la produzione automatizzata e non  artigianale di particolari in carbonio su larga scala, potrebbe essere la chiave di un radicale cambiamento nelle auto del terzo millennio, che dopo anni di appesantimento legato alle crescenti normative di sicurezza tornreanno finalmente a pesare meno e a ridurre quindi consumi e impatto ambientale.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Proiettare lo specchietto

E’ sostanzialmente questo l’argomento di un brevetto BMW, che intende superare in chiave high tech il vecchio retrovisore esterno. L’evoluzione tecnologica dell’automobile ha determinato grandi

Leggi Tutto »

Metti la ricarica in corsia

Basandosi sulla tecnologia wireless, un progetto americano prevede la realizzazione di apposite corsie autostradali per la ricarica in movimento. Nonostante i progressi nella tecnologia degli

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli