Prima o poi la vedremo. O no?

La Acura NSX sta diventando una Chimera nel mondo delle auto sportive: anni che se ne parla e nessuno che la vede… davvero. E per aderire ancor più al concetto mitologico, la sua struttura meccanica cambia in continuazione, sempre stando alle dichiarazioni. L’ultima modifica riguarda il gruppo di propulsione che, pur sempre ibrido, è ora composto non più da due ma da tre motori elettrici più il V6, che dal canto suo vede il passaggio dal campo degli aspirati a quello dei turbo, biturbo per la precisione. I 400 CV aspirati più 40 kW precedenti, quindi, diventerebbero ora più di 500 CV con 60 elettro-kW e darebbero vita a un’avversaria della Nissan GT-R. Il resto (per ora) è rimasto uguale: mi riferisco al cambio a doppia frizione e al brand sotto il quale la vettura dovrebbe essere prodotta l’anno prossimo in Ohio (Usa): Acura, la Honda a Stelle e Strisce. Ora le ultimissime dicono che la vedremo al Festival of Speed di Goodwood in terra british in Giugno. E che se  ne potrà guidare una versione robotizzata tramite una consolle su un tracciato realizzato appositamente. Già, e chi ci dice che sarà quella vera?

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

La prossima R di VW

La svolta elettrica del marchio tedesco non lascerà indietro i modelli sportivi: la concept ID.X potrebbe sostituire la Golf R. Ralph Brandstätter, ad di VW,

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli