Le i3 crescono in Usa

Oggi si va di elettrico. Usa. Dopo i problemi iniziali legati all’erogazione dei benefici governativi, la BMW i3 sta ottenendo un grande successo di vendite, a dispetto del prezzo notevole, che raggiunge, nelle versioni dotate di range extender (il bicilindrico da 647 cm3) e full optional, quelle tradizionalmente più richieste negli States, ben 57.130 $, più di 44.000 €. I numeri raccontano di 1.025 vetture vendute lo scorso mese, che raddoppiano in pratica il totale dall’inizio delle consegne e che paragonate alle 3.000 Nisan Leaf e 1.771 Chevrolet Volt, entrambe sul mercato da tempo, segnano un trend positivo che potrebbe portare la i3 al predominio, anche rispetto a ibride storiche come le Toyota. Chiave del successo sembra la scelta di caratterizzare (ovviamente in opzione) la vettura con i più visibili attributi del lusso, dagli interni in pelle oliva alle ruote da 20 pollici, mentre le porte incernierate posteriormente sono un must inedito sulle elettriche; gli yankee sono sensibili su questo tasto, mentre sulla west coast l’elettrico è decisamente trendy.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Le due facce della medaglia

Da un lato il salone di Monaco, celebrazione in pectore della transizione dell’automobile verso l’elettrodomestico, dall’altro l’inossidabile Morgan, che va avanti con una nuova edizione

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli