Due motori per la GT 2016

Se dico GT cosa vi viene in mente? La nuova AMG? Non, non intendo quella, ma una GT ben più blasonata,  figlia di una ancora più mitica che negli anni ’60 fu star del campionato endurance. Parlo della Ford GT, prodotta dal 2004 al 2006 in appena poco più di 4.000 pezzi. Beh, la Ford ha in progetto la riedizione di quel mito a motore centrale per il 2016, in coincidenza con il cinquantenario della prima delle 4 vittorie consecutive alla 24 Ore di Le Mans conseguite dalla capostipite, la GT 40. E non sarebbe una riedizione puramente stradale, perché pare la Casa Usa abbia intenzione di realizzare anche una versione corsa che potrebbe essere iscritta alla 24 Ore. Fatto salvo che il nome defintivo dell’auto potrebbe cambiare, la struttura sarebbe la stessa, con una monoscocca e il motore centrale; ma proprio per quest’ultimo ci sono le maggiori differenze. L’ultima GT aveva un V8 con compressore a viti incrociate Lysholm di 5,4 litri che erogava 558 CV e 678 Nm, saliti poi a 650 CV e 856 Nm nell’ultima GT 500, insieme all’aumento di cubatura a 5,8 litri. Oggi Ford intende però voltare pagina e far tesoro delle recenti tecnologie motoristiche da lei sviluppate: sono così in sviluppo tanto il V6 3.5 turbo Ecoboost (già adottato da alcuni team nella Tudor Racing Series), capace di più di 600 CV, quanto una riedizione del V8 aspirato Coyote da 5 litri dotato di albero piatto e con potenza attorno a 635 CV. La messa a punto di quest’ultimo, preferito commercialmente perché ritenuto più appetibile di un V6, rappresenterebbe comunque un notevole traguardo tecnologico, poiché un V8 con le manovelle a 180° permette sì di ottenere maggior potenza specifica, grazie all’accordo degli scarichi, ma a scapito di fortissime vibrazioni e sinora nessun costruttore ha nai superato per questa architettura la cilindrata di 4,5 litri (Ferrari). Sembra comunque che mentre il V6 turbo sarebbe adottato per le corse, al V8 aspirato sarebbe riservata la versione stradale. Ma in ogni caso è sempre roba fina.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Una mano dal metano

In attesa che il sogno delle full electric diventi realtà, il mercato offre auto interessanti e più di altre rispettose dell’ambiente. Come l’Audi A3 Sportback g-tron

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli