La D è da primato


Vi ricordate l’annuncio della Tesla Model D twittato per il salone di Parigi? Bene, eccola. Non si tratta della versione economy, né di una S con maggiore autonomia, ma di un modello a trazione integrale con due motori (D sta per dual), offerto con l’opzione di un innovativo sistema di guida semi-autonomo aggiornabile via web. Cominciamo dalla 4×4. Tre versioni, 60D, 85D e P85D; tutte dotate di un secondo motore elettrico che agisce sulle ruote anteriori la cui potenza varia dai 190 CV della 60D ai 224 P85D. Il totale nella più sportiva raggiunge la sbalorditiva potenza di 701 CV, sufficienti per consentire uno 0-96 km/h (60 mph) in 3,2 secondi (roba da sfidare le Bugatti) e una velocità massima di un filo meno di 250 km/h. Aumento anche per l’autonomia, che raggiunge rispettivamente 225, 295 e 275 miglia (362, 475 e 442 km) sui tre modelli nell’ordine, a un velocità media di 65 mph (105 km/h), sorta di standard medio sulle highway Usa. Le nuove auto saranno disponibili dal prossimo Febbraio come opzione rispetto alle vetture di serie con un sovrapprezzo da 4.000 a 14.600 $, il che porta una P85D al costo di 120.170$, circa 95.200 €.
Passiamo al sistema di guida. Impiega una telecamera
, un  radar e sensori a ultrasuoni permonitorare attivamente l’ambiente circostante e consente di regolare automaticamente la velocità in accelerazione e frenata, di cambiare corsia semplicemente mettendo la freccia (il sistema valuta se ci sia spazio poi effettua la manovra da solo) e di parcheggiare autonomamente. Aggiornamenti software progressivi nel tempo consentiranno di acquisire nuove funzionalità che di fatto è ancora in sviluppo. Il costo dell’autopilota è di 4.250 dollari, quindi una P85D full optional sfiora i 100.000 €. Il video, girato dai colleghi di SlashGear, è una dimostrazione del sistema di guida durante la presentazione in notturna all’aeroporto Hawtorne della contea di Los Angeles, California.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

La prossima R di VW

La svolta elettrica del marchio tedesco non lascerà indietro i modelli sportivi: la concept ID.X potrebbe sostituire la Golf R. Ralph Brandstätter, ad di VW,

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli