M mangia M

Ancora notizie dall’elica azzurra. Questa riguarda la futura cattiva di minor calibro, la M2, che dovrebbe fare il suo debutto nella seconda metà del 2015 al salone di Francoforte. Il (tradizionale) conflitto con Mercedes (A45 AMG) e Audi (la prossima RS3) ha spinto BMW a spingere sul motore, scegliendo l’apparentemente solito tre litri turbo a sei cilindri in linea che qui potrebbe sparare 400 CV, anche se dubbi più che ragionevoli sul cannibalismo in Casa potrebbero consigliare il depotenziamento (che qualunque tuner potrebbe comunque facilmente bypassare, aggiungo). La vera novità è però che la M2 potrebbe adottare una nuova unità, più efficiente e leggera di quella vecchio tipo da cui deriva anche il nuovo motore M3/M4, che sarebbe la capostipite della new age delle M Perfomance, le quasi M nate per allargare il giro d’affari della divisione sportiva. Standard il cambio manuale a 6 rapporti, con l’optional del doppia frizione a sette e di rigore la trazione posteriore, con la possibilità della X-Drive su mercati selezionati (Montana?). Ora, se passano i 400 CV, la maggiore leggerezza della M2 potrebbe mangiarsi i 31 cavalli di gap con la sorella maggiore e fare della piccola M la più cattiva del branco. Entiendes?

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

La prossima R di VW

La svolta elettrica del marchio tedesco non lascerà indietro i modelli sportivi: la concept ID.X potrebbe sostituire la Golf R. Ralph Brandstätter, ad di VW,

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli