Top Gear ends

E’ ufficiale: a fine mese la BBC non rinnoverà a Clarkson il contratto per Top Gear. La fine di un mito, dato che la sua grande notorietà è legata a doppio filo alla TV inglese e che gli altri due della partita si sono rifiutati di mandare avanti il programma in assenza del dispotico leader. Il direttore generale dell’azienda, Tony Hall, ha dichiarato che “la BBC è un’azienda aperta… ma devono esserci standard di decenza e rispetto”. Proprio quegli standard che Jeremy pare abbia infranto colpendo il produttore Oisin Tymon per non avergli fatto trovare un pasto caldo al suo rientro in albergo durante le riprese di una puntata. Ora l’azienda di broadcasting studia come riorganizzare Top Gear per il 2016, mentre l’appiedato Clarkson potrebbe trovare spazio presso altre reti. Certo che sarà difficile trovare un rimpiazzo adeguato, così come per Jeremy approdare a un’azienda che gli metta a disposizione un budget come quello della BBC.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Equilibrismo sul filo

Dalle case costruttrici arrivano messaggi sempre più contraddittori, indice dell’incertezza causata dalle nomative caotiche e talebane della UE. Mica facile tenere la barra diritta di

Leggi Tutto »

Dimmi come suoni

Le auto elettriche mancano della componente emozionale del suono del motore. Le Case corrono ai ripari con l’aiuto di compositori. Il suono prodotto da un

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli