V8 stile Ferrari per la Mustang

L’eterna sfida tutta casalinga tra Chevy e Ford registra una nuova battuta, questa volta a favore di Ford. La Casa ha infatti rivelato le caratteristiche del motore della nuova Mustang Shelby GT350, che la pongono su un piano nettamente più tecnologico rispetto alle Camaro. Il nuovo V8 di 5.2 litri a doppio albero a camme  per bancata, infatti, è decisamente all’avanguardia e non solo negli Usa, visto che è tra i pochissimi al mondo con l’albero piatto, come gli otto cilindri Ferrari, per intenderci. Con una potenza di 533 CV a 7.500 giri e una coppia massima di 582 Nm a 4.750, ma la redline a 8.250 giri, promette battaglia a tutti i concorrenti europei, considerato che tra 3.450 e 7.500 giri offre il 90% della coppia massima, vale a dire che hai quasi sempre 524 Nm sotto il piede destro. Il motore equipaggerà con le stesse caratteristiche anche la versione più corsaiola, la GT350R, che sarà dotata pure dello stesso cambio manuale Tremec a 6 rapporti e di un differenziale autobloccante. Il nuovo V8 è leggermente superquadro, 94×93 mm di alesaggio e coppia e ha un rapporto di compressione di 12:1, bello alto quindi, con una potenza specifica di circa 103 CV/litro, al livello dei top aspirati di settore. Il corpo farfallato è ad azionamento ultrarapido, mentre il deposito di materiale di contatto nei cilindri è realizzato con una tecnologia a plasma brevettata che garantisce attriti molto bassi. Se volete farvi venire una crisi di nervi vi informo che la GT350 costerà meno di 50.000 $ e che le (ridotte) tasse relative là si pagano senza un F24 a individuarti aprioristicamente come pericoloso evasore. Comunque il vero cambiamento per la Mustang riguarda uno dei suoi tradizionali must: il sound. Un V8 ad albero piatto, infatti, suona in modo assai diverso dai tradizionali pomponi con albero a croce e ciò potrebbe essere traumatico per un proud yankee. Ma al meglio ci si abitua subito, no?

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli