Da folli a ridicoli

Certo che Musk ce la mette davvero tutta per tenere alta l’attenzione sulla Tesla, anche in momenti (come questo) in cui non ci sarebbe davvero nulla da dire e anzi si dovrebbe mettere agli atti una certa stasi, pur a fronte di tante dialetttiche iniziative. L’ultima trovata è una nuova modalità di gestione delle batterie della Model S P85D, la più potente e prestazionale della (un po’ monotona a dire il vero) gamma: finora il massimo ottenibile dalla silenziosa e brillante auto elettrica si estraeva sulla posizione “insane”, folle in italico, con uno 0-60 Mph (96 km/h) in 3,2 secondi.  Oggi, con l’aggiunta della taratura “ludicrous”, che tradotto suona, a seconda se preferite Harry Potter oppure Sean Connery in Indiana Jones, “ridicolo” oppure “irragionevole”, la Model S si spara lo 0-60 in 2,8 secondi, con un’accelerazione che supera in orizzontale la forza di gravità ed è pari a 1,1g. Per ottenere l’incremento prestazionale la massima corrente fornita al motore elettrico passa da 1.300 a 1.500 A, roba da forno industriale, che pur in presenza di accumulatori da ben 90 kWh (l’ultimo incremento) promettono una rapida discesa dell’autonomia. A meno che la bacchetta di Harry non produca una magia!

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Una mano dal metano

In attesa che il sogno delle full electric diventi realtà, il mercato offre auto interessanti e più di altre rispettose dell’ambiente. Come l’Audi A3 Sportback g-tron

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli