Domenica la F1 a Monza

Ci siamo: domenica prossima si corre il Gran Premio d’Italia nel solito posto, l’autodromo di Monza. Un appuntamento classico, storico e immancabile che attira nel Tempio della velocità made in Italy appassionati da mezzo mondo. A titolo di curiosità, nonostante la leadership Mercedes nel campionato, dopo quella italiana, la prima presenza di spettatori è quella inglese, seguita da quella svizzera, con i teutoni soltanto al quarto posto. Sciovinismo o semplice invidia per un circuito mitico? Forse entrambe. Comunque la partita con Ecclestone per continuare a godercelo, il nostro Gran Premio non è ancora chiusa, come ci hanno raccontato oggi nella presentazione ufficiale del GP svoltasi all’EXPO, ma grazie al lavoro di sinergia tra la S.I.A.S. che gestisce l’autodromo, l’ACI milanese e nazionale, i comuni di Milano e Monza e la Regione Lombardia, che dopo il recente decreto governativo di defiscalizzazione può finalmente entrare nella gestione del parco di Monza (autodromo compreso) e ha stanziato 70 milioni in 10 anni per l’implementazione delle strutture, un’offerta concreta al patron britannico del circus è finalmente all’orizzonte. E se come ci auguriamo tutti il contratto andrà in porto le edizioni dal 2017 in poi saranno assicurate. Tornando al 2015, venerdì 4 due sessioni di prove libere della F1dalle 10 alle 11.30 e dalle 14 alle 15.30, oltre alle GP2 e GP3e Porsche Mobil 1 Supercup. Sabato prove di pit stop dalle 8.30 alle 9.15, ultime prove libere dalle 11 alle 12 e qualifiche dalle 14 alle 15. Domenica alle 12.30 la parata, e alle 14 il via alla gara, preceduta dall’inno cantato da “il Volo” e da un passaggio delle Frecce Tricolori.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Si torna a correre…

Finalmente al Nürburgring sono tornati a ruggire i motori. E’ successo sabato 29 giugno: una gara bella e coinvolgente, anche se, a causa della pandemia di coronavirus, le tribune erano vuote

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli