Il vero futuro di Back to the future

Oggi è il “Back to the future day”, mito cinematografico anni ’80 che ha individuato 26 anni fa proprio oggi come data di arrivo della De Lorean lanciata attraverso il tempo. Alla facoltà di Stanford hanno deciso di celebrare a modo loro l’anniversario, realizzando una De Lorean a guida autonoma che…fa i numeri. Come si evince dal primo video, infatti, è in grado di eseguire cerchi quasi perfetti in sbandata controllata grazie ai sofisticati sensori installati sul veicolo con il progetto MARTY, che sta per Multiple Actuator Research Test bed for Yaw control, un interessante sviluppo dei sistemi automatici di guida (!?) che è in grado di controllare perfettamente un’auto in condizioni instabili come, appunto, la guida in controsterzo o in condizioni di perdita di aderenza. Se la cosa va avanti la vedo male per i rally del futuro.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Negare l’evidenza

Corrono le voci sull’aumento delle accise sul gasolio. Per ridurre l’impatto sulla CO2, dicono. Un assurdo tecnico ed economico, ma sappiamo come vanno le cose

Leggi Tutto »

Detto e fatto

Tesla trasloca dalla California al Texas. Dopo le ordinanze di chiusura della sede di Fremont che avevano generato una battaglia legale, il marchio sposta la

Leggi Tutto »

Principio di realtà

Nei sogni spakkano e sono virtuose per l’ambiente, con costi d’esercizio risibili e potenze da F1. Ma nel mondo reale i problemi connessi all’uso delle

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli