Torna la GT dellla Opel

Dopo il teaser di due settimane fa, ecco la macchina. Parlo della Opel GT che debutta a Ginevra. Look decisamente aggressivo per le abitudini del marchio, ma con un andamento morbido delle linee che riconduce all’antenata con lo stesso nome; in definitiva un ottimo connubio di design tra il revival e il futuro, con un tocco di Corvette che non guasta. Le porte incernierate sul passaruota e il tetto senza soluzione di continuità con il parabrezza sono una altro must che potrebbe entrare in produzione, mentre la grande attenzione all’aerodinamica è sottolineata dall’assenza di appendici esterne sulla carrozzeria: niente maniglie, né retrovisori e neanche tergicristalli, sostituiti da touch pad (apertura porte) e telecamere con monitor ai lati del cruscotto (retro), mentre non è chiaro cosa si adotti al posto dei tergi (getto d’aria?). Il motore anteriore è arretrato per concentrare i pesi: si tratta di un piccolo tre cilindri turbo da un litro di cilindrata derivato dall’aspirato già in uso sulla gamma che eroga 145 CV e 205 Nm. Agisce tramite un cambio sequenziale azionato da palette al volante e un differenziale autobloccante sulle ruote posteriori e grazie al peso attorno alla tonnellata garantisce uno 0-100 in meno di 8 secondi e una V max di 215 km/h. Una sportiva “a portata di mano”, quindi, con costi di gestione abbordabili, prestazioni che definirei “adatte” ai limiti in vigore e un prezzo che se ben posizionato potrebbe fare la differenza tra il successo e la nicchia. A completare la dotazione i gruppi ottici a led; gli anteriori con il sistema a matrice che elimina la differenza tra abbaglianti e non. Certo attualmente il marchio non dispone di una piattaforma adatta alla produzione in serie di una vettura a trazione posteriore, ma il lancio di auto come la 124 spider e la MX-5 potrebbe spingere il management a intraprendere questa strada.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli