Pannelli vegetali per le auto di domani

I ricercatori dell’istituto universitario di Mie, in Giappone, hanno sviluppato un materiale composito costituito da cellule vegetali e resina sintetica che ha ottime caratteristiche meccaniche ed è ignifugo. Quest’ultima caratteristica, in particolare, lo rende ottimale per l’industria aeronautica ma anche per i trasporti pubblici in genere, mentre la facilità di composizione del materiale e la maneggiabilità senza rischi per l’apparato respiratorio ne rende l’uso industriale più conveniente rispetto alla fibra di vetro. Il materiale è stato chiamato LNCC, lignofenolo-cellulosico composito; si ottiene in pochi minuti da una reazione chimica tra le cellule vegetali e la matrice plastica ed è completamente biodegradabile, il che lo rende ideale nella progettazione di parti per auto, che secondo le nuove normative devono prevedere anche possibilità e costi di smaltimento a fine vita. Tentativi in questo senso sono stati svolti anche da altri centri di ricerca, ma sinora non si era sciolto il nodo della solubilità in acqua della parte vegetale a fronte dell’insolubilità della resina.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

L’elettrico minore

Non saranno a batteria e nemmeno ibride nel senso comune, ma gli elettroni c’entrano. Le future AMG avranno un turbo accelerato dall’impianto elettrico di bordo.

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli