Stop Toyota in Giappone

Toyota potrebbe fermare la produzione nelle unità produttive all’interno del Paese dalla fine di questa settimana. Ciò a causa della probabile interruzione nella fornitura di acciaio da parte della Aichi Steel, causata da un incidente avvenuto nello stabilimento ove sono realizzate per il marchio le componenti necessarie al montaggio delle auto. Da tempo le aziende lavorano senza magazzino e sono quindi esposte al rischio dell’interruzione di fornitura; nel caso specifico il danno causato alla Aichi Steel è di notevoli proporzioni ed è probabile che che le difficoltà di delivery andranno avanti a lungo. Il blocco della fornitura è perciò un ostacolo all’aumento della produzione, nelle intezioni del brand che nel 2016 vorrebbe superare nettamete i 10 milioni di unità.

– See more at: http://www.alvolante.it/news/toyota-rischia-stop-alla-produzione-giappone-345022#sthash.uwD0JO7Z.dpuf
Da inizio febbraio la Toyota potrebbe sospendere temporaneamente la produzione di automobili nei suoi impianti giapponesi, a causa di un grave problema accusato da uno fra i suoi fornitori. L’inizio delle vicissitudini risale all’8 gennaio: in quel giorno si verifica un’esplosione presso lo stabilimento della Aichi Steel a Chita, nella parte centrale del Giappone, dove si provvede alla realizzazione di speciali componenti in metallo. La notizia è stata confermata dalla Toyota e potrebbe avere gravi ripercussioni sulla fornitura a breve termine di nuove automobili, visto che l’azienda realizza in patria il 46% circa della produzione a livello mondiale: fra i modelli costruiti in Giappone, ad esempio, c’è la nuova Prius (nella foto).
 
VALUTAZIONI CONDIVISE – “Per il momento c’è a disposizione una quantità sufficiente di metallo per soddisfare la domanda fino al 6 febbraio” il commento di un portavoce della Toyota, sentito dall’agenzia Reuters. “Dopo questa data valuteremo di giorno in giorno le condizioni del nostro fornitore e prenderemo scelte in accordo”. Il portavoce ha confermato che l’azienda ha cancellato gli straordinari previsti dal 1 al 6 febbraio ed i turni in quel nel fine settimana. Al momento non è chiaro quando la Aichi Steel riuscirà a normalizzare la situazione, ma è probabile che le difficoltà non si risolveranno prima di marzo. Nel 2015 la Toyota ha prodotto 4,13 milioni di vetture in Giappone, per una media giornaliera di circa 14.000 unità. Lo stop potrebbe influire sugli obiettivi annuali: la casa prevede di costruire quest’anno 50.000 automobili in più rispetto al 2015 (da 10.15 a 10.2 milioni).

– See more at: http://www.alvolante.it/news/toyota-rischia-stop-alla-produzione-giappone-345022#sthash.FwsYt1un.dpuf

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

L’elettrico minore

Non saranno a batteria e nemmeno ibride nel senso comune, ma gli elettroni c’entrano. Le future AMG avranno un turbo accelerato dall’impianto elettrico di bordo.

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli