Allergia da sinergia

Sempre in tema economico, c’è poco da stare allegri. Almeno secondo le stime di alcuni analisti di mercato americani che pronosticano un futuro tutt’altro che roseo per i livelli di occupazione del mercato automobilistico. E i 38.000 licenziamenti annunciati negli ultimi sei mesi (in America, ovvio) sarebbero solo l’inizio di un lungo e doloroso processo di dimagrimento. Perchè? Per diversi motivi. Perché la crescita della Cina è molto meno costante e prevedibile di quanto si credesse solo un anno fa, perché i mercati europei sono, chi più chi meno, decisamente poco affidabili e perché la crescita economica procede a rilento in molti Paesi. Ma non solo. Bisogna anche considerare i profondi mutamenti che stanno modificando dalle radici il mondo dell’auto e tutti i grandi costruttori stanno rivalutando gli obiettivi a medio e lungo termine. Perché, parola di Zetsche (ex CEO di Mercedes) ogni progetto futuro andrà valutato con grande attenzione poiché gli attuali margini di profitto sono bassi e ogni eventuale passo falso potrebbe causare problemi ai bilanci di Mercedes e, aggiungiamo noi, di tutti i colossi dell’auto. Il vocabolo sinergie, in termini di prodotto significa condivisione di tecnologie e parti meccaniche, in termini occupazionali di solito vuol dire una cosa sola: licenziamenti.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli