Nissan sperimenta la ricarica V2G

Si chiama Vehicle to Grid, abbreviato V2G, ed è la tecnologia che impiega gli accumulatori delle auto come elemento strutturale della rete elettrica. Ciò significa che quando si collega la vettura per la ricarica, il passaggio di corrente non avviene come al solito unicamente dalla presa verso la batteria, ma può anche invertire il verso e fare dell’auto un sistema di accumulo, che viene poi ceduto secondo le esigenze della rete. Un sistema complesso quindi, progettato principalmente sulle esigenze di una rete che non dispone del surplus necessario a garantire ricariche su ampia scala e che in questo modo può gestire tanto le eccedenze quanto le scarsità energetiche. Nissan, insieme a Enel X e RSE, ha avviato a Milano una sperimentazione con le proprie Leaf e due centraline V2G, che serviranno da esperimento pilota per valutare la fattibilità del sistema su ampia scala. Fatto salvo che l’approccio all’elettrico è e sarà sempre più diverso e basato su canoni del tutto nuovi per il mondo dell’auto, mi corre l’obbligo di segnalare che allo stato il progetto è fortemente sbilanciato sulle esigenze di gestione della rete rispetto alle esigenze degli automobilisti. A fronte della disponibilità a mettere in comune l’elemento più costoso della propria auto, la batteria, non ci sono garanzie sull’efficienza della carica e si pongono possibili vulnus, per esempio, quando l’uso dell’auto è randomico. Il sistema non può interfacciarsi con le eventualità della vita, quelle che rendono peraltro l’auto così utile in certi casi. Aggiungo che si configura anche un possibile danno economico, poiché la vita delle batterie è legata  ai cicli di funzionamento e un sistema bidirezionale, aumentando appunto le inversioni, accorcia durata e autonomia. La mobilità forse deve cambiare, ma deve restare mobilità in quanto tale, piuttosto che prestarsi a esigenze statiche di sistema.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Una mano dal metano

In attesa che il sogno delle full electric diventi realtà, il mercato offre auto interessanti e più di altre rispettose dell’ambiente. Come l’Audi A3 Sportback g-tron

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli