Lunga vita alla benzina, parola di BMW

La diatriba sull’elettrico ha essenzialmente origini legislative, lo sappiamo. Nel senso che nessuno si sognerebbe di cambiare radicalmente di sua sponte la linea costruttiva. Il perché è ovvio: costi altissimi e messa in discussione delle posizioni di mercato acquisite, un doppio thrill da far tremare i polsi anche ai protagonisti. Ma poiché la UE ha deciso di ridurre la CO2 emessa dalle auto e contemporaneamente di criminalizzare l’unico motore endotermico virtuoso da questo punto di vista, il Diesel, non c’è storia, bisogna seguire nuove strade. Sinora le Case hanno tenuto la bocca chiusa sull’argomento, ma Klaus Froelich, membro del board BMW ha vuotato il sacco. Le auto elettriche sono più costose da produrre e nel prossimo futuro i prezzi delle materie prime impiegate cresceranno, rendendole ancora meno convenienti. D’altro canto è impossibile non ottemperare alle norme di legge, quindi uno sviluppo ci sarà, ma esclusivamente legato ai vincoli amministrativi. Così in Cina l’espansione sarà maggiore, mentre in USA e in Europa la maggiore diffusione avverrà con tecnologie ibride. Il motore a combustione è comunque ben lungi dall’aver terminato la sua parabola: secondo Froelich sopravviverà nel mercato generalista per i prossimi 30 anni, mentre per il Diesel prevede una minore sopravvivenza, attorno a 20 anni. A questo riguardo conta la genesi delle scelte produttive di BMW: la Casa ha seguito infatti a suo tempo la riscoperta della soluzione fatta da altri e non ha mai puntato esclusivamente sul gasolio, adeguandosi piuttosto alla richiesta di mercato. Questo pur realizzando masterpiece come il motore quadriturbo delle M50. Quindi mollare il Diesel sarà nelle cose, mentre i motori a benzina, in particolare quelli prestazionali, fanno parte del profondo dna del marchio. Così se da un lato i V12 suoneranno il de profundis, i V8 e i 6L, ibridizzati, hanno ancora un ampio margine per il prossimo futuro.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Confusione

Non me ne voglia Lucio Battisti, ma le politiche nazionali ed europee che si prefiggono di controllare le emissioni sono quantomeno ondivaghe e spesso in

Leggi Tutto »

Mazda punta sul 6

Un innovativo motore a sei cilindri declinato in diverse alimentazioni per equipaggiare nuovi modelli Mazda, ma forse non solo. Le indiscrezioni datate giugno 2019 parlavano

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli