Una Mercedes votata al vero 4×4

La Mercedes Classe G negli anni è diventata uno status symbol, grazie alle sue caratteristiche molto particolari e ricercate. Un veicolo sviluppato per il fuoristrada ma con un abitacolo particolarmente confortevole e lontano dallo stile spartano che siamo abituati a trovare su altri off-road. Una vettura dalle dimensioni mastodontiche e con una presenza scenica a dir poco imponente; sarà anche per questo motivo che piace molto a mercati come la Russia e quello degli Emirati Arabi. Le serie speciali come la G65, la 4X4 e la 6X6 hanno certamente contribuito a rendere celebre questo modello, puntando a clienti “super premium”.

A questo punto mi sono domandato: su cosa fonderebbe la prossima limitatissima serie speciale di Mercedes 4×4? Quello che vedete è un render in esclusiva per Autothrill sulla base della GLC 63 AMG, una delle ultime novità della stella, che ha dimostrato prestazioni brillanti per il suo segmento: il 4 litri V8 biturbo sviluppa infatti una potenza di 510 cv e garantisce prestazioni da auto sportiva. Il peso e le dimensioni, sicuramente molto distanti dalla Classe G, potrebbero inaugurare una nuova tipologia di veicolo. Considerevolmente sollevata da terra e con carreggiate allargate e con qualche dettaglio che richiama il mondo dello sterrato. Oltre agli enormi pneumatici tassellati pronti a tutto. Peccato non esista, almeno per il momento!

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Negare l’evidenza

Corrono le voci sull’aumento delle accise sul gasolio. Per ridurre l’impatto sulla CO2, dicono. Un assurdo tecnico ed economico, ma sappiamo come vanno le cose

Leggi Tutto »

Detto e fatto

Tesla trasloca dalla California al Texas. Dopo le ordinanze di chiusura della sede di Fremont che avevano generato una battaglia legale, il marchio sposta la

Leggi Tutto »

Principio di realtà

Nei sogni spakkano e sono virtuose per l’ambiente, con costi d’esercizio risibili e potenze da F1. Ma nel mondo reale i problemi connessi all’uso delle

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli