Richiamo Audi

L’NHTSA, ente per la sicurezza stradale Usa, ha annunciato che dal 24 giugno u.s. Audi ha in corso sul territorio nazionale un richiamo per 144.092 vetture a seguito di una possibile anomalia nel sistema di abilitazione dell’airbag passeggero. L’ossidazione di una connessione elettrica del sensore che individua l’occupazione del sedile passeggero potrebbe infatti disabilitare l’airbag, causando in caso di incidente danni potenzialmente maggiori per l’assenza del sistema di ritenuta. L’inconveniente riguarda i modelli A5, S5 e alcuni lotti produttivi della A4, tutti costruiti tra 2016 e il 2018; altri 26.040 veicoli circolanti in Canada potrebbero però essere interessati dallo stesso problema e oggetto del richiamo. Audi ha dichiarato non esserci stato comunque alcun incidente del quale il possibile malfunzionamento avrebbe peggiorato gli esiti; in ogni caso il malfunzionamento è sempre segnalato dal computer di bordo con l’accensione del spia passenger airbag off, che tuttavia a qualche automobilista distratto potrebbe essere sfuggita. Il marchio invita quindi ogni possessore di vettura Audi (anche diversa da quelle interessate dal richiamo) nel quale la suddetta spia si accenda a passare in concessionaria per un controllo.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Una mano dal metano

In attesa che il sogno delle full electric diventi realtà, il mercato offre auto interessanti e più di altre rispettose dell’ambiente. Come l’Audi A3 Sportback g-tron

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli