chase.jpg

Millennium lazo

Gli yankee sono ossessionati dagli inseguimenti. Dev’essere una sorta di legame atavico con il west, quando i banditi rapinavano una banca poi scappavano a cavallo e bisognava rincorrerli. Oggi ci sono le auto e gli inseguimenti spesso avvengono più per sfuggire a una multa per speeding che per aver compiuto reati veri e propri; ma nella legislazione americana andar forte è considerato sovente un vero e proprio crimine e a volte si rischia addirittura il carcere. Quindi la gente continua a scappare e la polizia cerca di continuo nuovi sistemi per bloccare rapidamente i fuggitivi. Il più efficace attualmente sembra sia una vecchia conoscenza, il Grappler, presentato già tre anni fa ma solo ora in grande diffusione tra i diversi corpi di polizia. E’ stato inventato da Leonard Sock, di professione (un tempo) costruttore di tetti. Grazie alla sua abilità di saldatore, ha portato nel secondo millennio il concetto del lazo e realizzato e brevettato una sorta di forcella che si allunga davanti alla parte anteriore dell’auto della polizia e che reca stesi tra i due bracci una fettuccia di nylon da 5 cm con una resistenza alla trazione che supera le 9 tonnellate. Un capo della fettuccia è collegato al telaio della vettura, quindi quando si avvolge attorno alla ruota del fuggitivo e ne blocca la rotazione può anche trattenere l’auto e consentire al cop di fermare chi ne è al volante. Costo 5.000 $, compreso un mini-corso di addestramento. La fettuccia di ricambio costa invece 400 $ e va re-installata a ogni uso. Mica scemo Stock, si è assicurato un guadagno di lungo corso, vista la frequenza dei car chase in Us.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Safety first

La sicurezza è importante quando si guida, in particolare se si usa una due ruote. Deve esserne ben conscio questo motociclista del Tamil Nadu, in

Leggi Tutto »

Old sound story

Ok, di supercar/ipercar ce ne sono parecchie, in giro e in progetto. La proliferazione è divenuta poi ancor più abbondante da quando la propulsione elettrica

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli