stopn6

Old sound story

Ok, di supercar/ipercar ce ne sono parecchie, in giro e in progetto. La proliferazione è divenuta poi ancor più abbondante da quando la propulsione elettrica è stata sdoganata, vedi la recente Lotus Evija.

Ma qualcuno fa ancora sul serio (con tutto il rispetto per le elettriche, certo). E’ il caso di Aston Martin e della sua Valkyrye, supercar che sarà realizzata in soli 150 esemplari e consegnata ai facoltosi proprietari dal 2021 in avanti.

Ne ho già parlato un annetto fa, quando i dati tecnici del progetto vennero resi noti assieme a un audio-teaser che faceva godere del suo sound da F1 vecchio stile, quando le vetture di formula erano roba tosta a livello termodinamico con i V12 che spopolavano.

Ora grazie al video di Anytimespy possiamo dare un’occhiata alla Valkyrye che ha fatto la sua prima uscita sul circuito di Silverstone, anche se purtroppo la pista bagnata ha impedito di spremere a fondo il magnifico V12 da 1014 cavalli.

Dubito anche ci sia stata la possibilità di usare il Kers, visto che i 740 Nm dell’aspirato con un fondo sdrucciolevole sono già più che esuberanti.

Il motore è sicuramente il pezzo forte dell’auto; se ci pensate bene la differenza tra le supercar old style e le nuove elettriche sta tutta qui. Il propulsore è la parte preziosa, non la batteria. Ma si tratta di qualcosa di vivo, che pulsa, ruggisce, ti trascina con il suo sound in un coinvolgimento entusiasmante.

Difficile provare analogo entusiasmo per l’erogazione di elettroni di una batteria.

L’interno dell’auto è spettacolare nella sua costosissima semplicità. La scocca in carbonio supplisce a ogni accessorio, perfino ai sedili, che affidano a strisce di leggera imbottitura il compito di trattenere e accogliere il corpo.

Non dev’essere un’auto comoda, né confortevole; ma capace di dare sensazioni da pista sì, anche se mi tocca ricordare che a un prezzo pari a circa la metà dei 2,7 milioni richiesti per la Aston (mica pochi comunque) ci si potrebbe regalare una Brabham BT62 che non è molto distante quanto a filosofia e sensazioni.

Comunque, sognare non costa nulla. Quindi godetevi il video, mentre un’occhiata al volante in stile F1 fa capire quanto Ferrari sia avanti nell’intercettare gusti e desideri di questo fortunato segmento di mercato.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

La puntata di Videomotori

La puntata di Videomotori numero 33 è dedicata alle più importanti novità del momento. Dalla nuova Jeep Compass al test della ID.3, l’attesa full electric di casa Volkswagen. E tanto altro ancora, angolo di Autothrill compreso

Leggi Tutto »

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli