cumber

Fusse che fusse…

Toyota non mostra certo una spiccata attitudine al decisionismo. Le sue scelte sono fatte di accurate e lunghe valutazioni e a volte occorrono anni per vederne le evoluzioni, particolarmente rigurado le auto prestazionali.
E’ stato così per la Supra, oggetto di una delle attese più lunghe in assoluto.

A dire il vero poi arrivano sorprese come la Yaris GR da 262 CV e 360 Nm, con il motore derivato dalle vetture WRC che ne fa la tre cilindri turbo integrale più potente al mondo. Forse i jap amano stupire.

Ma torniamo alle attese. La sportiva di mezzo, la GT86, è anch’essa in attesa di rinnovo. O meglio di potenziamento; fin dal suo esordio nel 2012, infatti, la vettura mostrò un potenziale evolutivo in termini di potenza applicata alla scocca mai sfruttato. Nè da loro nè da Subaru, produttrice del boxer aspirato da 2 litri sotto il cofano.

Ma ora che Toyota ha acquisito la quota di controllo di Subaru, dando alla Casa delle Pleiadi la possibilità di gareggiare nella Super GT Series, nel Japanese Rally Championship e alla 24 Ore del Nürburgring, le cose potrebbero finalmente cambiare.

E’ infatti in progetto una nuova auto, realizzata sulla piattaforma TNGA del marchio realizzata per la trazione posteriore (l’attuale scocca Subaru non lo è), che dovrebbe finalmente adottare il flat four turbo di 2.4 litri delle recenti Outback americane da 260 cavalli e 376 Nm, in grado di fornire finalmente il punch che le è sempre mancato.

Piccolo rebranding per Toyota, con il passaggio dell’auto alla denominazione GR86, tutto come prima alla Subaru, tranne, ovviamente, la maggior sostanza. E i prezzi, che con nuovo motore e nuova scocca verosimilmente cresceranno. Potrebbe anche esserci una crescita dimensionale dell’abitacolo, con due posti posteriori veri, ma non è detto.
Come non è detto ci siano versioni ibride, la recentissima Yaris GR ne è l’esempio: sulle sportive toste Toyota non cede alle sirene dell’ambiente.
Bravi.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Una td, per fortuna….

Le novità con motore Diesel sono ormai una vera rarità. Per cui ben venga l’Audi Q2 con il 2.0 TDI da 150 CV. Perché piaccia o no, per il gasolio c’è ancora spazio

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli