m2

La M2 che mancava…

Bmw M2 SC

Forse l’idea non piacerà a tutti, ma il concetto di vettura sportiva e nel contempo “comoda” sta riscuotendo un certo successo sui più importanti mercati mondiali. Laddove per comodità si intende la possibilità di usare l’auto quotidianamente senza troppi problemi.

Così come praticità e capacità di carico assumono un ruolo fondamentale, soprattutto per quelli che nel weekend preparano valigie e sci per divertenti fine settimana in montagna.


Ebbene questi concetti sono stati già affrontati in passato da BMW che a suo tempo propose in chiave M dapprima la Z3 e successivamente la Z4 coupé: due vetture da oltre 300 Cv di dimensioni compatte, rigorosamente 2 posti, motore a sei cilindri e trazione posteriore.

Bmw Z3 M

Ecco perché Autothrill celebra quel nobile passato riproponendo una personalissima interpretazione della M2 SC che potrebbe essere l’erede naturale di quelle due vetture. M2 che va ricordato è già stata oggetto di attenzioni particolari da parte della stessa Bmw che ha allestito due varianti ultra sportive, come la Competition e la CS.

In questi anni la “piccola” M2 è stata molto apprezzata da critica e pubblico per le sue doti dinamiche, grazie alla sua agilità e potenza. I 370 Cv del 6 cilindri sovralimentato forniscono tanta spinta alla ruote posteriori che, in abbinamento al passo corto, rendono la guida di quest’auto davvero entusiasmante. Tuttavia, trattandosi di una compatta, il vano destinato al bagagliaio ha uno spazio limitato: un aspetto di solito abbastanza trascurato su modelli in questo segmento.

Insomma una lacuna che, pensando anche all’illustre passato della Casa bavarese, Autothrill propone di superare offrendovi un render esclusivo per una possibile variante che chissà un giorno potrebbe calcare le nostre strade. Il suo nome è SC, per le forme che associano il mondo delle shooting car con quello delle coupé. Si tratta chiaramente di un omaggio alla Z3 coupé, un’auto così particolare nello stile che inizialmente fu poco capita ma che col tempo ha saputo conquistare gli appassionati. Questa M2 offre passaruota posteriori allargati abbinati a cerchi concavi, vista la misura molto generosa degli pneumatici.

Chiaramente la maggior parte del lavoro è concentrato nella parte alta, dove è stata migliorata la spaziosità arretrando molto il montante C, che ora ha origine direttamente sopra il portellone. Il lunotto ha un taglio molto più verticale e il tetto regala maggiore spazio ai passeggeri, oltre ad avere una superficie maggiore per collocare più agevolmente le barre portasci. Cosa ne pensate? Scriveteci: siamo curiosi di sapere qual è il vostro parere.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

A volte ritornano

La ri-nomina di Stephan Winkelmann ad amministratore delegato di Lamborghini crea un “pacchetto” pronto per lo spinoff. L’annuncio arriva quasi in contemporanea con quello del

Leggi Tutto »

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli