Mazda-RX-Vision_Concept-2015-1600-02

Wankel: un capitolo chiuso?

Mazda RX-Vision Concept

NON TUTTO E’ PERDUTO... Molti sostengono che nel futuro di Mazda ci sia ancora spazio per il motore rotativo Wankel. Una possibilità che, del resto, non escludono nemmeno i responsabili del marchio giapponese dal momento che lo studio e lo sviluppo di questa tecnologia non è mai stata abbandonata del tutto. Sia come sia è da parecchio tempo ormai che si vocifera di un’erede della celebre “saga” RX, i modelli con motore Wankel più prestazionali della casa nipponica.

Mazda RX-Vision Concept

RIVINCITA Si tratterebbe in fondo, se il progetto andasse in porto, di una rivincita rispetto al flop commerciale della RX-8 e un’occasione per forgiare una vera erede della tanto amata Rx-7. Si potrebbe chiamare RX-9 (perché no?) e avrebbe dimensioni e peso contenuti, con un telaio studiato ad hoc per garantire alte prestazioni e piacere di guida, nel senso più puro del termine. E magari potrebbe ereditare anche la trazione posteriore e uno schema di sospensioni appositamente studiato per questo modello.

Mazda RX-Vison Concept

LE LINEE DELLA CONCEPT Le forme da coupé trarrebbero ispirazione dalla show-car RX-Vision (che avevamo ammirato al Salone di Ginevra del 2016) e che dettava per l’appunto il nuovo corso stilistico di Mazda. Grandi aspettative, è ovvio, anche per quanto riguarda la motorizzazione con il ritorno in produzione del Wankel nella sua ultima evoluzione: nuova elettronica, nuovo turbocompressore e un inedito sistema di aspirazione per garantire prestazioni ancora più elevate e minori emissioni.

Mazda RX-8

ARMA A DOPPIO TAGLIO Perché, va detto, fu proprio il Wankel a fare la fortuna e la sfortuna della saga delle RX. I motivi sono ormai noti a tutti: il Wankel garantiva certo potenze specifiche elevatissime, ma in cambio di una contropartita pesante: consumi elevati (anche di lubrificante), ma soprattutto emissioni elevate. Troppo elevate.

Mazda RX-7

INGOMBRI RIDOTTI Eppure il Wankel, opportunamente rivisto e corretto, potrebbe ancora offrire diversi vantaggi rispetto al motore tradizionale, grazie alla sua struttura compatta dagli ingombri molto più contenuti, un numero minore di componenti in movimento e un elevato rapporto peso/potenza. Il “pistone” triangolare ruota all’interno della camera generando le quattro fasi di un motore classico ma mantenendo bassa la temperatura dei gas e di conseguenza producendo minori quantità di ossidi di azoto.

PERCHE’ NO? E visti i tempi che corrono quest’ultimo aspetto potrebbe giocare un ruolo determinante al rilancio del Wankel. Anche, ed è quello che tutti gli appassionati si augurano, in chiave dinamica e sportiveggiante per le Mazda più prestazionali. Al momento, però, è ancora solo un sogno. Almeno se il pensiero corre alla sportivissima RX-9.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

X5 si veste in Alcantara

Nel caso foste attratti dal mondo della personalizzazione e dell’esclusività degli interni, sappiate che Bmw e Alcantara tornano a collaborare firmando una serie limitata di

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli