EQC 400 4MATIC; hightechsilber metallic; Ledernachbildung ARTICO / Stoff Sunnyvale zweifarbig indigoblau / schwarz; (Stromverbrauch kombiniert: 20,8 – 19,7 kWh/100 km; CO2-Emissionen kombiniert: 0 g/km) //

EQC 400 4MATIC; high tech silver metallic; Two-tone ARTICO man-made leather  / Sunnyvale fabric indigo blue / black; (combined electric energy consumption: 20.8 - 19.7 kWh/100 km; combined CO2 emissions: 0 g/km)


Il prezzo del progresso?

Bmw i3

Anche se la loro diffusione procede a rilento, le auto elettriche (o le ibride plug-in con presa di ricarica esterna) sono sempre più al centro dell’attenzione generale. Quello che per ora è molto meno chiaro è in che modo potremo utilizzare queste nuove silenziose compagne di viaggio: in altri termini dove faremo rifornimento e, soprattutto, quanto ci costerà una ricarica?

E in questo caso, va detto, le cose si complicano parecchio perché in Italia la diffusione delle colonnine procede a rilento, così come i piani tariffari più che far chiarezza spesso complicano la situazione.

Ma andiamo con ordine. Innanzitutto le reti di ricarica sono gestite da diversi player. I più importanti sono Enel X, A2A (solo in Lombardia), Hera (in Emilia Romagna) e Silfi (nella zona di Firenze). A questi si devono sommare punti di ricarica offerti da strutture private, come nel caso di Ikea (25 punti vendita in Italia), dei concessionari quelli ovviamente dotati di colonnine e della rete Tesla con punti di ricarica “normale” e supercharger per le ricariche veloci.


Costi delle ricariche. Beh, anche in questo caso non è facile orientarsi. Molto schematicamente i costi a consumo variano da 0,40 a 0,50 euro per kWh. In più ogni fornitore presente sul territorio nazionale (o parte del territorio) applica tariffe differenziate personalizzabili. Poi ci sono le cosiddette ricariche domestiche (circa 20 centesimi a kWh) che funzionano sia con le normali prese di corrente sia con le wall box (fino a 22 kW): queste ultime hanno mediamente costi elevati.

Difficile, anche in questo caso, fornire indicazioni precise poiché i prezzi variano in funzione di vari parametri, comprese le tante agevolazioni che i costruttori applicano per incentivare le vendite.

Questo, sinteticamente, è quanto sta accadendo oggi in Italia: d’altra parte è giusto aggiungere che ogni cambiamento ha bisogno di tempo per crescere e radicarsi nel territorio e nella mentalità delle persone. Diamo insomma all’elettrico il tempo di maturare sotto ogni punto di vista.

Bakersfield CA – December 18 2017: Tesla Supercharging Station at Tejon Ranch. Tesla Supercharger stations allow Tesla cars to be fast charged at the network within an hour.

Al momento però almeno una certezza l’abbiamo: l’auto elettrica sarà ecologica, ma certo non economica. O almeno non così economica come qualcuno vorrebbe farci credere. Perché, a parte i costi spesso proibitivi di queste auto, a parte i problemi di diffusione delle colonnine, stiamo pian piano scoprendo che le elettriche (specie quelle più grandi e lussuose) hanno costi di utilizzo tutt’altro che trascurabili. Il lusso insomma ha un prezzo. Ma non è sempre stato così?

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

La Serie 5 cambia pelle

Bmw annuncia in streaming l’arrivo a luglio delle nuove Serie 5 berlina e station. Profondo restyling e numerosi aggiornamenti meccanici in chiave “green”. In dirittura d’arrivo anche la Serie 6

Leggi Tutto »

La crisi di Renault

Più passano le settimane e più ci si rende conto degli enormi danni che sta provocando la pandemia di coronavirus anche a livello economico. E pure Renault è ora alle prese con uno dei periodi più bui della sua lunghissima storia.

Leggi Tutto »

E se domani…

Batterie senza cobalto che durano oltre un decennio per auto parsimoniose che vanno piano e non emettono inquinanti. Dare un’occhiata all’universo parallelo potrebbe aiutarci a

Leggi Tutto »

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli