1

Mercedes: addio fuel cell

La lunga scia “velenosa” della pandemia di coronavirus sta facendo pagare tributi pesantissimi. Innanzitutto, è ovvio, in termini di vite umane per poi riflettersi inevitabilmente anche nel tessuto economico mondiale. Provocando danni rilevanti. Danni che naturalmente non risparmiano nemmeno l’industria dell’auto.

Così è di queste ore la notizia che Mercedes Benz sta per abbandonare definitivamente la tecnologia dell’idrogeno per le autovetture.Perché? Semplicemente per motivi di costi: la tecnologia fuel cell non è più economicamente sostenibile. Questa la nuda e cruda realtà. Poiché nonostante sia possibile stoccare in pochi minuti una grande quantità di questo “carburante” ci sono ancora troppi aspetti negativi ad iniziare dalla difficoltà di produrre e stoccare l’idrogeno a costi ragionevoli. Senza contare le grandi spese di produzione supplementari dei veicoli.

Insomma una serie di ostacoli che avrebbero convinto definitivamente Mercedes-Benz a rinunciare allo sviluppo dell’auto a idrogeno, fermando la produzione della GLC F-Cell, al momento l’unica fuel cell del gruppo tedesco, peraltro prodotta in poche centinaia di unità e mai veramente commercializzata.

Ricordo che il progetto nacque in joint venture con Ford e Nissan, che peraltro non sono mai arrivate (al contrario di Mercedes) alla realizzazione di un prodotto finale.

Del resto lo stesso numero uno del settore ricerca di Mercedes, Markus Schäfer, ha ribadito il concetto sostenendo che le fuel cell vanno benissimo: l’unico “piccolo” problema è che costano troppo e perciò non è ragionevole una produzione su larga scala.
Questo addio va a sommarsi a quelli di Honda e, già da tempo, di Volkswagen. Al momento quelli che ancora credono nell’idrogeno sono Toyota, Hyundai e BMW. Ma per quanto ancora?

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

La crisi di Renault

Più passano le settimane e più ci si rende conto degli enormi danni che sta provocando la pandemia di coronavirus anche a livello economico. E pure Renault è ora alle prese con uno dei periodi più bui della sua lunghissima storia.

Leggi Tutto »

E se domani…

Batterie senza cobalto che durano oltre un decennio per auto parsimoniose che vanno piano e non emettono inquinanti. Dare un’occhiata all’universo parallelo potrebbe aiutarci a

Leggi Tutto »

Anche la Golf ha il fiato corto

Clamoroso: la nuovissima Golf 8 è già in promozione anche in Italia. Merito del coronavirus, certo, che ha sconvolto il mercato. Ma una piccola riflessione s’impone: e se non fosse più in cima alla lista desideri degli automobilisti?

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli