Mazda-MX-30-Design-Model-Static_Exterior-4

The Mazda way

Pur in un’era di globalizzazione e transplant, i costruttori non sono tutti uguali. Il modo di fare business con l’automobile è ancora soggetto a interpretazioni particolari, c’è quindi chi fa il generalista e mira unicamente a ridurre i costi ed espandere il mercato e chi invece ha approcci più esclusivi, chi insomma ritiene che la tecnologia possa ancora essere la chiave del successo. Se ci pensate, è quello che ha fatto Piëch nel gruppo VW, quando legò l’allora poco brillante marchio Audi alla trazione quattro. E ne vediamo oggi i risultati.

La giapponese Mazda è l’emblema di questa filosofia e si è distinta nel corso degli anni per prediligere soluzioni assai personali, una per tutte la scelta del motore Wankel, che incidentalmente ne ha determinato di fatto l’evoluzione sino a oggi.
Il motore rotativo, messo da parte per la sua estrema difficoltà a rispettare le più recenti norme anti-inquinamento, occupa però un posto inossidabile nel cuore dei progettisti di Hiroshima, tanto da averlo scelto come range extender nell’ambito del processo di elettrificazione della gamma.

Ma ancora una volta l’approccio Mazda, questa volta al mondo elettrico, è differente. Mentre gli sforzi di tutti si concentrano sull’ottenimento di maggiore capacità delle batterie per disporre di autonomie accettabili nell’uso quotidiano, i tecnici jap hanno realizzato la loro prima elettrica, la MX-30 con un accumulatore di soli 35,5 kWh e un’autonomia media di appena 209 km. Non credono infatti nelle grandi batterie, pesanti e ingombranti e ritengono più utili gli investimenti nella rete di ricarica, mentre un range extender può togliere d’impaccio quando la ricarica non sia possibile; questa l’idea alla base della futura MX-30 REx.

Ma il progetto della MX-10, che si rifà alla concept RX- Vision e i cui disegni sono filtrati sul web, mostra un ulteriore passo in avanti. Si tratta di una sportiva che impiega due piccoli motori elettrici nel mozzo delle ruote anteriori, visibili con il numero 10 nello schema in alto, che lavorano alla tensione di 120V e hanno una potenza di 125 CV ciascuno. L’innovazione sta nella struttura del sistema elettrico, che è invece a 48 V ed è composto da una batteria al litio di soli 3,5 kWh e da un gruppo di supercondensatori, le cui caratteristiche però non sono note. I supercapacitors possono accumulare grandi quantità di energia in pochissimo tempo; ricaricarli dall’esterno richiede quindi addirittura meno tempo di un pieno di carburante.
Inoltre è previsto un continuo travaso di energia tra batteria e condensatori a seconda che la marcia del veicolo sia a velocità costante o in accelerazione: i condensatori sono infatti capaci di erogazione istantanee di forti correnti. Il motore Wankel, individuato dal numero 3, avrebbe quindi sia il ruolo di range extender sia quello di propulsore principale, grazie al collegamento con l’asse posteriore, a seconda delle condizioni di traffico e della richiesta di potenza, come dallo schema qui sotto. L’aggiunta di un turbo al motore ne permette l’adattamento alle diverse condizioni di lavoro: da escluso nella funzione generatore al funzionamento a forte sovralimentazione come fonte primaria.

Più che un puro schema elettrico una sorta di riscrittura del concetto ibrido, quindi, anche se le già citate maggiori emissioni del Wankel non ne consentirebbero l’uso se non per limitate produzioni di sportive.
Resta comunque la novità dell’uso dei condensatori in chiave innovativa, sia per l’erogazione sia per la ricarica rapida, che porebbe fare scuola.


CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Controcorrente

Mentre tutti i costruttori chiudono le linee di produzione dei V8, BMW ha pronto un nuovo motore per il debutto della M5 CS. Tra taglio

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli