Clipboard05

Sorpresa Yamaha

L’eclettica Casa jap stupisce con un kit di rimotorizzazione elettrica destinato all’aftermarket.

Nel panorama dei motoristi, Yamaha ha sempre avuto un ruolo da outsider. Pur con il core business nelle due ruote e nelle motoslitte (oltre che negli strumenti musicali), la Casa ha da sempre frequenti escursioni nel mondo auto, con prodotti di nicchia e non destinati a equipaggiare tanto prototipi quanto modelli di produzione.
Per esempio il V8 impiegato da Volvo quando ancora usava motori sofisticati (bei tempi), oppure la piccola Motiv progettata insieme con Gordon Murray, o ancora la Sports Ride Concept realizzata con l’esclusivo sistema seriale a fibra di carbonio.

Ora è la volta di una compatta unità motrice elettrica, costituita dall’assemblaggio di due motori separati che comprende gli attacchi per i semiassi. La potenza è di 272 CV, 200 kW e l’unità è progettata come retrofit, adatta quindi a vetture con trazione tanto posteriore quanto anteriore.
Per i test la Casa dei tre diapason l’ha montata su una Alfa Romeo 4C, quella del video che vi propongo, ma non sono stati rivelati dati prestazionali, né il tipo di connessione al sistema elettrico e nemmeno i dati di coppia e assorbimento elettrico.

Resta però un’idea brillante, che unisce alla praticità anche una certa eleganza estetica, cosa non comune sulle unità di potenza elettriche. Un concetto che potrebbe anche andare a estendere il mercato dell’elettrificazione delle vetture classiche, pratica crescente in UK e Usa.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli