apre

Fiat Centoventi un premio e una speranza

La concept Fiat Centoventi si è aggiudicata un importante riconoscimento nel campo del design. Ora non resta che attendere che diventi realtà.....

Per ora, lo sanno tutti, è solo una concept, un prototipo. Eppure a distanza di oltre un anno dalla presentazione (Ginevra 2019) continua a far parlare. E a vincere premi. Si tratta della Fiat Centoventi, la city car del futuro della casa torinese che è piaciuta a molti quando è stata annunciata appunto al Motor Show svizzero e che evidentemente continua a piacere, dal momento che si è aggiudicata il primo premio nella categoria concept car nel concorso annuale indetto dal sito Car Design News.


La giuria, composta da 18 direttori del design di altrettante case automobilistiche, l’ha definita un eccellente esempio di innovazione in termini di modularità e per l’eccezionale impiego di colori e materiali.

Insomma la Centoventi rappresenta la visione di Fiat della mobilità urbana di domani: semplice, modulare, elettrica e, perché no, anche bella. Nelle intenzioni dei suoi progettisti l’auto sarà personalizzabile dai clienti con la massima libertà e fantasia nelle tinte, nella possibilità di configurare gli interni e il tetto, nel sistema di infotainment, senza dimenticare che si potrà scegliere l’autonomia della vettura in base alle batterie modulari.

Anche se ancora non si sa nulla sulla commercializzazione, la Centoventi sarà prodotta in una unica livrea secondo il programma “4U”. Sarà infatti personalizzabile scegliendo tra quattro diversi tipi di tettucci, quattro paraurti, quattro copriruota e quattro pellicole esterne.

Nell’abitacolo ci saranno accessori intercambiabili secondo la modalità “plug and play” – dal cluster alle tasche portaoggetti, dai sedili ai seggiolini per i bambini – direttamente dal cliente. Come abbiamo anticipato anche l’autonomia potrà variare a seconda delle esigenze da 100 fino a un massimo di 500 chilometri.

A questo punto non resta che attendere e incrociare le dita. Anche perché, a nostro parere, la Fiat Centoventi avrebbe tutte le caratteristiche per non passare inosservata nel traffico a zero emissioni di domani. Se non altro per la sostanziale economicità delle soluzioni che la contraddistinguono da molte altre elettriche. Tanto belle e raffinate quanto molto spesso assolutamente inavvicinabili.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Proiettile ecologico

Dalla giapponese Aspark arriva l’ultima follia elettrica. E’ la Owl da 2.000 CV per uno 0-100 in 1,7 secondi e 400 km/h di velocità. Il prezzo? Circa tre milioni di euro

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli