Fabian Kirchbauer Photography

Il nuovo di BMW

La mascherina imponente e vistosa della nuova BMW Serie 4 inaugura il prossimo corso stilistico della Casa di Monaco.

Periodicamente BMW compie un balzo stilistico. Lo fece nel 1995 con la Z3 di Chris Bangle, lo fa oggi con la nuova serie 4, che con quella grande mascherina segna uno stacco netto dal design della Serie 3, mostrando l’indubbia maggiore personalità di questo modello a due porte.


Al frontale aggressivo fa riscontro una superficie laterale pulita superiormente e sottolineata in basso dalla doppia profilatura, con l’abitacolo spostato all’indietro che lascia slancio al cofano. La coda è meno delicata e risulta un po’ pesante stilisticamente, pur alleggerita dagli estrattori laterali e dai doppi scarichi quadrangolari, che non riescono però a smagrire le masse di paraurti e spoiler.

Nuovi gli interni, che sono stati impostati in base alle esigenze della guida sportiva. Il cruscotto è un display da 12,3″ (opzionale però), mentre lo schermo in plancia è da 10,25″; nuovo il volante sportivo in pelle e nuovi i sedili sportivi. Il rinnovato head up display offre una superficie di proiezione maggiore del 70%.
Più attenzione anche al comfort: il parabrezza ha un vetro acustico, mentre il climatizzatore automatico ha tre zone di serie.

Ogni modello ha la trasmissione Steptronic a otto velocità di serie, dotata della funzione Sprint per migliorare l’accelerazione; la trazione integrale xDrive è disponibile per la 440i e la 440d al lancio, mentre sarà estesa ad altre quattro varianti da marzo 2021.
La gamma parte dalla 420i con il 4 cilindri turbo a benzina da 184 CV e 300 Nm, seguono la 430i sempre due litri da 258 CV e 400 Nm e la 440i d con il 6 cilindri turbo mild hybrid a 48V da 374 CV e 500 Nm. I Diesel partono dalla 420d da 190 CV e 400 Nm, seguita dalle 430d da 286 CV e 650 Nm e dalla 440d da 340 CV e 700 Nm.

Ovviamente ampia la presenza di sistemi di assistenza alla guida: l’avvertimento di collisione anteriore con frenatura automatica e l’avviso di abbandono di corsia con ritorno tramite l’assistenza dello sterzo sono ora standard, così come le informazioni sul limite di velocità. Il Driving Assistant Professional opzionale include funzioni come lo sterzo e il Lane Control Assistant con la nuova navigazione attiva.
Le vetture saranno messe sul mercato partire dal mese di ottobre.


CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Dopo lo sport, il lusso

Con la presentazione della nuova Maybach Mercedes rinforza ulteriormente la sua presenza nei segmenti top di gamma, nell’ottica di concentrarsi sul nuovo concetto di lusso.

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli