greppias

Cavalcare la bolla cinese

Le vendite di auto elettriche sono in crescita un po’ su ogni mercato, ma su quello cinese la presenza di Tesla sta determinando un drastico ridimensionamento della produzione locale.

Il nuovo impianto Tesla di Shanghai negli ultimi sei mesi ha inondato di Model 3, il mercato cinese, catapultando la società in cima alla classifica delle vendite ma esercitando anche una pressione sempre più forte sui rivali locali a corto di liquidità.
C’è stata un’altra vittima la scorsa settimana, Byton, terza Casa di grandi dimensioni dopo Bordrin Motors e Jiangsu Saleen Automotive Technology a gettare la spugna da quando Elon Musk ha iniziato la sua offensiva made in China.

Il governo ha infuso negli ultimi due decenni ingenti somme di denaro nel settore dei veicoli a energia alternativa, convincendo Case straniere come Tesla e Volkswagen a iniziare a produrre nel Paese. Un mercato inizialmente dominato dalle società locali è diventato così più competitivo, rendendo gli investitori sempre più cauti nei finanziamenti alle startup. Ultimamente sono stati ridotti i sussidi che hanno trasformato la Cina nel più grande mercato elettrico del mondo, con centinaia di produttori locali, ma Tesla in appena sei mesi si è impossessata di una grossa fetta di quella torta che si restringe. Secondo la China Passenger Car Association le vendite del leader di mercato ora si avvicinano a un quarto del conteggio totale dei veicoli e gli acquirenti più ricchi sono attratti dal brand Tesla. Ciò rende la vita difficile ai contendenti locali e rischia di esporre il futuro dei veicoli elettrici cinesi a un crollo economico settoriale.

L’anno scorso c’erano quasi 500 produttori di veicoli elettrici registrati in Cina, ma ora è sempre più difficile raccogliere fondi, anche perché i veicoli di questo tipo non sono ancora popolari su larga scala. Così i problemi di molte aziende sono peggiorati nel 2019, mentre l’epidemia di covid non ha fatto che peggiorare il quadro complessivo.
Chi debba ancora offrire un prodotto affermato è a maggior rischio di sofferenza per il bisogno di finanziamenti significativi che facciano decollare il business, mentre le sfide per ottenerli potrebbero accelerare fusioni e vendite di attività.
Troppe aziende di veicoli elettrici con vincoli di capitale che inseguono troppo pochi clienti, il consolidamento è inevitabile.

Una ulteriore prova dell’abilità di Elon Musk in campo finanziario: di fatto il tycoon sta ottenendo nel suo settore e all’interno delle leggi del mercato quella supremazia che Trump vorrebbe imporre con le sanzioni alla Cina. Una versione aggiornata del detto “la penna è più forte della spada”.



CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Desideri e realtà

Viviamo una stagione di grandi cambiamenti, molti dei quali concreti e attualmente realizzabili, altri che si vorrebbero indurre ma ancora poco in sintonia con il

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli