Ineos-Grenadier-e1593683544576

Si fa presto a dire uguale…

La Corte Suprema del Regno Unito ha respinto il ricorso di Land Rover. La Grenadier a dispetto delle somiglianze con la vecchia Defender può regolarmente essere prodotta

Poche settimane fa autothrill ( L’arte del riciclo) si era occupato della curiosa vicenda relativa alla nascita di una nuova 4×4 della Ineos un costruttore britannico del settore fuoristrada che sta per realizzare la Grenadier, una interessante 4×4 che, a detta di Land Rover, altro non è che un clone della Defender. In effetti, osservandola con estrema attenzione, qualche “piccola” somiglianza con la vecchia Defender ci sembra di poterla cogliere.

Ma al di là di qualsiasi punto di vista, i legali di Land Rover e di Ineos sono da diverso tempo al lavoro – dal momento che la causa si trascina da oltre un anno – e la Corte Suprema del Regno Unito in questi giorni ha emesso un sorprendente verdetto che non fa che confermare il precedente grado di giudizio. Ha infatti respinto il ricorso presentato da Jaguar Land Rover che mirava a ribaltare la prima sentenza del 2019 e che dava ragione alla Ineos.

Il Giudice che si è occupato del caso non ha fatto altro che ribadire le conclusioni dell’Ufficio per la Proprietà Intellettuale: le forme e lo stile che JLR ha cercato di proteggere non erano abbastanza distintive per identificarsi con il marchio stesso. Insomma la Grenadier potrà essere prodotta senza problemi. In una recente dichiarazione il gruppo Land Rover ha ribadito l’unicità della Defender, veicolo che fa parte del passato, del presente e del futuro di Land Rover.

Un comunicato a cui Ineos ha subito risposto sostenendo che il design del Defender non rappresenta in alcun modo il marchio Land Rover, confermando altresì il lancio del Grenadier nel 2021. Insomma aspettiamo con attenzione e curiosità. Hai visto mai che l’affascinante essenzialità del Grenadier non crei qualche grattacapo alla Defender di ultima generazione?

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Colpo di coda

Dopo il clamoroso fallimento del suo progetto automobilistico, Dyson torna alla ribalta con un piano di sviluppo per batterie a stato solido Sino a un

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli