CMAE-COZZI1

Classici intramontabili

La decima edizione Milano AutoClassica ha ancora una volta dimostrato l'interesse degli appassionati nei confronti delle auto storiche.

C’è chi l’ha definito il primo Salone dell’auto in tempi di coronavirus dopo il lungo periodo di lockdown. Esagerato? Forse un po’ sì, ma, sia come sia, la decima edizione di Milano AutoClassica si è conclusa la sera di domenica 27 settembre negli spazi della Fiera di Rho-Pero dopo un weekend che ha registrato una buona affluenza di pubblico.

Gli ingredienti sono sempre gli stessi: mostrare agli appassionati il meglio dell’automobilismo classico e storico con la partecipazione di club, delle Federazioni di categoria, Musei e Registri. Tra i vari appuntamenti in programma l’incontro ‘Le Auto nel Cinema’, con vetture immortalate in molti importanti film, a cominciare dall’Isotta Fraschini protagonista di ‘Viale del Tramonto’ di Billy Wilder.

E con una romantica digressione nella comicità del cinema italiano degli anni ’80 ‘Bianco, rosso e verdone’, con auto della nostra storia quali l’Alfa Sud, la Fiat 131 Panorama e la Fiat 1100. Non mancavano le rappresentanti delle collezioni private, dai modelli dei Musei Fratelli Cozzi, il Club 500 con una quarantina di mezzi, accanto a 13 Mini, oltre al raduno di Ruoteclassiche e Youngtimer con 70 auto. Da non dimenticare infine l’importante riconoscimento all’ingegner Dallara, il tributo Veloce, assegnato appunto dalla testata web Veloce.

Infine 110 anni di Alfa sono stati ricordati dall’Alfa Romeo Club Milano che ha festeggiato i 35 anni di storia della berlina 75 con una ricca carrellata di modelli e versioni. Appuntamento dunque alla prossima edizione.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

A volte basta 1 euro….

A settembre Peugeot celebra i primi 210 anni di vita. Due secoli di produzione industriale e non solo automobilistica. Per festeggiare la ricorrenza fino alla fine di ottobre l’ingresso al Museo di Sochaux costerà appena 1 euro

Leggi Tutto »

I suoi primi 70 anni

E’ uno dei primissimi Bulli costruiti da VW. Nacque nel 1950 e ha viaggiato in lungo e in largo per le strade di mezza Europa. Ora è tornato a casa: appartiene alla collezione Oldtimer della Volkswagen

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli