Mercedes-F1-se-viste-de-negro-2

La F1 dopo la 4×4?

La notizia è clamorosa e circola nei paddock della F1: la Mercedes starebbe per cedere a Ineos la quota di maggioranza del team

In questi ultimi tempi non si fa altro che parlare di Ineos, un autentico colosso britannico nel campo della petrolchimica. Per essere precisi si tratta della terza più grande azienda chimica al mondo dopo BASF e Dow Chemical. Un nome che ormai circola stabilmente nel mondo dell’auto e che, a quanto pare, inizia ad avere un peso tutt’altro che trascurabile.

Così qualche mese fa abbiamo appreso che i tribunali inglesi avevano respinto il ricorso della Land Rover nei confronti della Grenadier marchiata Ineos, una 4×4 sorprendentemente simile alla vecchia Defender. Simile ma non uguale, come ha sentenziato il giudice.

Formel 1 – Mercedes-AMG Petronas Motorsport, Großer Preis von Belgien 2020. Valtteri Bottas Formula One – Mercedes-AMG Petronas Motorsport, Belgian GP 2020. Valtteri Bottas

E Ineos ha così iniziato a pianificare la produzione di questa 4×4 dapprima in Inghilterra e poi, dopo aver appreso che lo stabilimento Smart di Hambach (Mercedes) era in vendita, ha avviato le trattative per l’acquisto del grande polo produttivo. Trattative che, a quanto sembra, sarebbero già in dirittura d’arrivo, grazie al sì di Mercedes.

Ma non finisce qui perché Ineos, tra le sue mille ramificazioni, è anche sponsor ufficiale del team Mercedes di F1. E la “bomba” che girava in questi giorni nei paddock del Mugello, dove si è corso domenica il GP di F1, era la possibile cessione del team Mercedes AMG F1 per una cifra prossima al miliardo di euro. E chi sarebbe l’acquirente? Ma Ineos, è ovvio. Un passaggio di proprietà tutto da definire che permetterebbe al gruppo inglese di rilevare il 70% delle quote del team. I soldi alla Ineos insomma non mancano certo.

La squadra si chiamerà Ineos e la sede resterà a Brackley in Inghilterra dove appunto vengo realizzate le invincibili frecce d’argento Mercedes. Questo è quanto. Non resta che attendere: certo che se la notizia fosse vera, sarebbe un’autentica rivoluzione per il mondo della F1. E confermerebbe un paio di sensazioni che stanno prendendo sempre più corpo: Ineos ha tutte le intenzioni di fare sul serio nel mondo delle quattro ruote, ma ancora più importante è l’idea che Mercedes sembra altrettanto determinata a tagliare drasticamente alcuni rami della sua costosissima galassia per fronteggiare il periodo di incertezza che caratterizza l’industria dell’auto.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

GM lancia la sfida a Tesla

Nikola Corporation e GM firmano un accordo per la produzione di un pick up elettrico. E, in un secondo momento, di veicoli commerciali a zero emissioni. Nel mirino ovviamente c’è Tesla

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli