gertt

Elettriche a rischio… crescono

Ai problemi elettrici delle MINI Countryman Plug-In si aggiungono ora quelli delle Hyundai Kona Electric, con il richiamo di 77.000 auto nel mondo.

Le batterie sono l’elemento più costoso dei veicoli elettrici, ma anche il più critico. Esiste infatti un rischio di incendio che diventa sempre più concreto con il diffondersi della mobilità elettrica.
Il problema diviene ancor più grave se si considera che la maggior parte dei vigili del fuoco non sono in grado di affrontare un incendio elettrico, situazione recentemente documentata negli Usa dalla National Fire Protection Association che a seguito di una indagine ha stabilito come solo il 25% dei pompieri abbia mezzi e preparazione adeguati ad affrontare tale situazione.

Nello specifico, ai problemi di MINI con le Countryman plug-in ora si aggiunge Hyundai con la Kona Electric, che si è riscontrato possa subire un corto circuito che potrebbe portare all’incendio della batteria. Gli accumulatori sono prodotti dalla LG Chem, che ha ammesso il problema ma non ne ha ancora individuato la causa.
Inizialmente l’incoveniente sembrava circoscritto alla Corea del Sud, con un richiamo che doveva coinvolgere circa 25.000 auto prodotte tra settembre 2017 e marzo 2020. La decisione finale è stata però quella di una campagna su scala mondiale per tutte le auto prodotte nello stesso periodo, per un totale attorno a 77.000 vetture.

Negli States la decisione è già stata formalizzata alla NHTSA (la National Highway Traffic Safety Administration); le auto interessate sono più di 11.000, mentre in Europa le vetture coinvolte sono invece 37.000.
Il richiamo prevede un aggiornamento del software di gestione dell’accumulatore con la sostituzione del pacco batteria solo se vengono rilevate anomalie.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli