Screenshot_2020-10-03 Header 1 jpg (immagine WEBP, 1920 × 1080 pixel) - Riscalata (60%)

Lambo verso lo spinoff

L’impegno nella tecnologia elettrica mette all’angolo il coinvolgimento del gruppo VW nel settore delle supersportive. E dopo Bugatti anche Lamborghini potrebbe diventare un peso.

Il futuro del gruppo Volkswagen è ormai avviato a una decisa svolta elettrica, nell’ambito della quale l’intento è di mantere il ruolo di costruttore ad alto volume.
I marchi di nicchia come Lamborghini e Bugatti, cui si potrebbero aggiungere anche Bentley e Ducati, stanno quindi diventando sempre più difficili da gestire e, soprattutto, da rendere profittevoli nel bilancio.

Secondo la Reuters, il prossimo mese è stata convocata una riunione del board di controllo della società per decidere il destino di quei marchi che avrebbero fatto la gioia di Piëch ai tempi dell’espansione del gruppo, ma che ora rappresentano un problema da gestire prima che diventi una palla al piede.
Le Bugatti, pur costosissime, determinano infatti una perdita netta per ogni esemplare venduto e Lamborghini, nonostante l’aumento delle vendite dell’ultimo anno, non promette utili a lungo termine tali da giustificare gli investimenti necessari.

Così sembra che possa divenire concreta la possibilità di uno spinoff per Lamborghini, del tipo di quello attuato da FCA con Ferrari nel 2015.
L’intento è di rendere la Casa sportiva più indipendente all’interno del gruppo, in termini di condivisione di parti e accesso ai fornitori, così da rendere possibile un’offerta pubblica in borsa.
Nulla è ancora stabilito, ma il precedente della possibile (ma non ancora effettiva) cessione di Bugatti alla croata Rimac in cambio di una maggiore partecipazione di VW nell’azionariato slavo depone in favore di un intento generale che potrebbe concretizzarsi in opzioni quali la ristrutturazione dei marchi di nicchia o la creazione di partnership tecnologiche.
Del resto l’improvviso passaggio di Domenicali alla F1 avrà pure un senso. Forse che anche la scelta di Dovizioso parta dallo stessa radice?

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli