riv1

Metti che Amazon diventi un costruttore…

Il debutto del furgone elettrico realizzato da Rivian per il colosso dell’e-commerce potrebbe anche preludere all’ingresso diretto di Amazon nel mondo auto.

Qualche giorno fa un importante giornale americano ipotizzava che Tesla potrebbe fare in campo auto il balzo che ha fatto Amazon quando ha assunto dimensioni sovranazionali. Ma potrebbe anche darsi che la leader dell’e-commerce stia bruciando le tappe per entrare lei stessa nel settore delle auto elettriche, sfruttando i 700 milioni che ha investito l’anno scorso nel capitale di Rivian.
Giovedì Amazon ha svelato il suo furgone elettrico per le consegne, primo dei 100.000 su strada nell’ottica di azzerare le proprie emissioni entro il 2040. Il particolare interessante è però che il furgone è marchiato Amazon e non Rivian, mentre il nome dell’attuale costruttore compare solo sulla fiancata in qualità di fornitore di tecnologia.

Può anche trattarsi di un dettaglio, ma è da tempo che il colosso Usa sta diversificando le sue attività e vista la svolta sempre più decisa dell’automotive verso l’elettrificazione l’investimento in Rivian, a oggi considerata il più serio concorrente di Tesla, potrebbe riforzarsi, magari in accordo con Ford che detiene un’altra quota importante dell’azienda.
D’altronde è un fatto che ogni costruttore stia implementando la propria piattaforma di vendita online e Amazon in questo settore non ha rivali.
Siamo quindi alla vigilia dell’ennesima metamorfosi del gruppo di Seattle?

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Colpo di coda

Dopo il clamoroso fallimento del suo progetto automobilistico, Dyson torna alla ribalta con un piano di sviluppo per batterie a stato solido Sino a un

Leggi Tutto »

A volte ritornano

La ri-nomina di Stephan Winkelmann ad amministratore delegato di Lamborghini crea un “pacchetto” pronto per lo spinoff. L’annuncio arriva quasi in contemporanea con quello del

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli