media-Audi Q2_0001 (1)

Una td, per fortuna….

Le novità con motore Diesel sono ormai una vera rarità. Per cui ben venga l'Audi Q2 con il 2.0 TDI da 150 CV. Perché piaccia o no, per il gasolio c'è ancora spazio

Con l’introduzione in Italia della nuova versione 2.0 (35) TDI quattro S tronic da 150 CV si allarga l’offerta per la Audi Q2, Suv compatta della Casa di Ingolstadt. La trazione è integrale.

Questo motore è ora il top di gamma tra i Diesel della Audi Q2: è un quattro cilindri di 1.968 cc e il sistema d’iniezione common rail opera a una pressione di 2.000 bar. Rispetto alla precedente generazione, la potenza non cambia ma cresce la coppia da 340 a 360 Nm a partire da 1.600 giri. Ha consumi combinati medi di 5,3 – 5,8 litri ogni 100 chilometri e emissioni pari a 138 – 153 grammi/km di CO2 , questa Q2 offre valori inferiori del 10% rispetto a prima.

Cambio a doppia frizione S tronic a 7 rapporti, scatta da 0 a 100 km/h in 8,2 secondi, raggiunge una velocità di 210 km/h e introduce la trazione quattro.

La 2.0 (35) TDI quattro S tronic 150 CV condivide le dotazioni delle altre Q2, quali lo sterzo progressivo a servoassistenza e demoltiplicazione variabili e le tecnologie di assistenza alla guida. Ad iniziare dai sistemi Audi pre sense front, presente sin dalla versione d’ingresso, che monitora l’area dinanzi alla vettura per prevenire gli impatti con veicoli, pedoni e ciclisti, e l’adaptive cruise assist, a richiesta, che supporta il guidatore regolando automaticamente la distanza dal veicolo che precede.

Tre i rivestimenti previsti per gli interni: tessuto e pelle, pregiata pelle Nappa oppure pelle e microfibra Dinamica. Quest’ultima è una novità ecosostenibile che sostituisce l’Alcantara.

Nuova Audi Q2 2.0 (35) TDI quattro S tronic 150 CV, ha prezzi a partire da 36.900 euro, ed è disponibile negli allestimenti, Business, Business plus, Admired, Admired Advanced, S line edition e Identity Black.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Ma perché?

La scelta del nome di un’auto è sempre un’operazione complessa, deve avere un senso in parecchie lingue, dev’essere facile da ricordare, non deve ricondurre a

Leggi Tutto »

Dopo lo sport, il lusso

Con la presentazione della nuova Maybach Mercedes rinforza ulteriormente la sua presenza nei segmenti top di gamma, nell’ottica di concentrarsi sul nuovo concetto di lusso.

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli