_MG_5304

La nuova Subaru Outback

Nata nel 1995 e di fatto apripista del segmento delle crossover-Suv, l’ammiraglia del marchio giapponese arriva profondamente rinnovata sul mercato.

La sesta generazione della Subaru Outback è solo apparentemente quella che conosciamo bene. Design e dimensioni non cambiano molto, è lunga 4,87 m, larga 1,88 e alta 1,68. E’ ancora comoda e spaziosa e ha sempre l’atout di poter affrontare il fuoristrada grazie all’ottima trazione integrale e alla funzione X-MODE a due stadi, all’assetto rialzato e alle protezioni del sottoscocca. Il bagagliaio da 1822 litri, qualcosa in meno della vecchia edizione, si apre anche avvicinando il gomito al logo posteriore sul portellone.

Ma l’evoluzione del modello rispecchia le nuove esigenze della clientela, che desidera veicoli più connessi oltre che sicuri, caratteristica quest’ultima abituale della Outback. A questo riguardo, il sistema EyeSight con telecamere stereo, di serie su tutti gli allestimenti, è stato aggiornato e ora prevede oltre alla frenata di emergenza automatica con possibilità di sterzata anch’essa autonoma, il monitoraggio degli angoli ciechi, il sistema anti-sonno, il cruise control adattivo con la telecamera che legge i segnali stradali centrando la corsia e fari di profondità automatici a settori separati antiabbagliamento. Gli interni sono quelli con le maggiori modifiche, spicca in particolare il grande cruscotto bicolore in cui domina lo schermo touch da 11,6 ” posto in verticale tipo Tesla; il sistema multimediale prevede Apple CarPlay e Android Auto.

La nuova versione impiega la piattaforma SGP che aumenta la rigidità torsionale del 70% e quella flessionale del 100%, con una struttura che migliora la sicurezza passiva in caso di collisioni frontali, laterali e posteriori potendo scaricare sull’intera scocca le forze che si generano in caso di urto. Il motore è ancora esclusivamente il quattro cilindri boxer 2,5 litri a benzina (il Diesel è stato eliminato dalla gamma 3 anni fa; il 2.4 turbo è previsto solo negli States), ma quasi il 90% dei suoi componenti è stato modificato per adeguarsi allo standard Euro 6d, mentre l’iniezione è ora diretta. La potenza è di 169 CV e la coppia di 252 Nm; il cambio è sempre il Lineartronic a variazione continua, con l’innovazione dell’aumento a 8 (dalle 7 precedenti) delle marce “virtuali” inseribili in modalità manuale con le palette al volante. La trazione, trattandosi di una Subaru, è ovviamente integrale permanente, con distribuzione attiva della coppia sugli assi e torque vectoring. Le prestazioni sono oneste per una crossover, la Vmax è di 193 km/h e l’accelerazione da 0 a 100 orari si copre in 10,2 secondi.

La vettura è già sul mercato ed è disponibile in tre versioni: Style a 42.750 euro, 4dventure a 45.000 e Premium a 48.750.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Electric luxury

Con la EQS il gruppo tedesco concretizza il suo concetto di opulenza e alta tecnologia nel mondo elettrico che si prospetta per l’auto. Mercedes-Benz ha

Leggi Tutto »

American Twizy?

Il concetto è lo stesso del quadriciclo Renault: due posti in tandem, trazione elettrica e una copertura parziale sopra le teste. Ma la Arcimoto va

Leggi Tutto »

Senti come urla

Il sound di un V2 aspirato marchiato Cosworth è inconfondibile e resta un must per i veri appassionati dell’automobile. La T.50 l’abbiamo vista l’anno scorso.

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli