8da6191c1ecef9af8b65d3c78ebbd9089e60c8e7

Oggi e domani

Arriva l’ultima di una interminabile serie di Ypsilon. Nel frattempo Stellantis getta le basi anche per il futuro di Lancia

L’altro giorno abbiamo assistito al debutto virtuale della nuova Lancia Ypsilon presentata dal ceo Luca Napolitano. Che dire di questa compatta cittadina? Che senza dubbio da 35 anni raccoglie successi in Italia anche grazie al fatto che la Y10 (allora si chiamava così) inaugurava per molti aspetti il filone delle cittadine chic adatte soprattutto alla platea femminile.

Ora arriva in questa ennesima versione che è già nelle concessionarie e che nella versione base ha prezzi, con incentivi che partono da 9500 euro ad essere una best in class nel suo segmento.

E’ l’ennesima variante sul tema della cittadina chic che dal 2011 è sempre salita sul podio delle segmento B distinguendosi per stile e eleganza. Nel 2020, Ypsilon ha raggiunto la seconda miglior quota dal lancio del 2011 pari, al 13,9% aggiungendo tra l’altro la variante Hybrid. Ovviamente nessuna rivoluzione nello stile: all’esterno c’è una nuova calandra, nuovi fari a led e una nuova tinta metallizzata: il Blu Elegante.

Nell’abitacolo sono previsti due allestimenti: Silver e Gold. Il primo è foderato con tessuti tecnici dalle tonalità grige e blu. Nella Gold i colori giocano sugli accostamenti nero e blu. Un’altra novità è l’adozione del Seaqual®Yarn materiale che nasce riciclando la plastica raccolta dal mare.

All’interno è disposto un nuovo sistema di infotainment con radio 7” touchscreen con Apple CarPlay e Android Auto. Di serie offre su tutta la gamma il nuovo Kit EcoChic composto dal filtro aria abitacolo particellare polyphenol Prime per una miglior qualità dell’aria.

La gamma motori prevede tre unità: la Hybrid, con il benzina Firefly 3 cilindri da 1 litro e 70 CV cui si affiancano le versioni a GPL da 69 CV e metano da 70.

Auguri quindi alla nuova Ypsilon ma soprattutto un grande in bocca al lupo alla Lancia. Perché a ben guardare la vera notizia della conferenza di Napolitano, non è tanto la presentazione della nuova Ypsilon, quanto il fatto che il ceo del marchio torinese ha confermato Lancia non è affatto un marchio abbandonato a se stesso, ribadendo che a Torino e in Francia si sta lavorando freneticamente per rilanciare tutti i brand dell’offerta Stellantis.

E se naturalmente non ha confermato le voci di queste settimane che vorrebbero un polo all’interno di Stellantis con DS, Lancia e Alfa per realizzare modelli con componentistica comune, ha però confermato che ci sono molte idee, progetti e proposte a cui verranno date le prime risposte ufficiali già nei prossimi mesi. Insomma finalmente Lancia starebbe virando dalla parte giusta. Per ridare lustro e dignità a un marchio storico tra i più importanti al mondo. Ma è solo il punto di vista di un vecchio inguaribile romantico….

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Le due facce della medaglia

Da un lato il salone di Monaco, celebrazione in pectore della transizione dell’automobile verso l’elettrodomestico, dall’altro l’inossidabile Morgan, che va avanti con una nuova edizione

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli