làkmkòlkclò,xclò ,k

Se la pizza la porta il robot…

Consegne della pizza autonome by Domino’s. Un servizio dedicato per ora soltanto ai texani.

Mentre dalle nostre parti si discute se la guida autonoma sia adatta o meno a garantire un adeguato livello di sicurezza per i normali automobilisti, gli yankee hanno già saltato il fosso.
Domino’s Pizza la multinazionale con sede ad Ann Arbor, Michigan, ha appena inaugurato un innovativo metodo di consegna automatizzata delle sue pizze, effettuato con mezzi robotici a guida autonoma.
Per ora il servizio è disponibile solo a Houston, in Texas. Utilizza il Nuro R2, un veicolo che può viaggiare su strade pubbliche a velocità fino a 64 km/h, largo 1,20 m, alto 1,80 e e lungo 2,75. È alimentato da una batteria da 31 kWh e dispone di una gamma completa di sensori in grado di mappare a 360 gradi l’ambiente circostante grazie alla dotazione di telecamere a 360 gradi, immagini termiche, lidar, radar a corto e lungo raggio, microfoni e sensori a ultrasuoni.

Si possono ordinare pizze consegnate autonomamente solo dal negozio Domino’s a Woodland Heights (quartiere di Houston) e solo tramite il sito web in orari specifici e determinati giorni. La clientela è però selezionata a discrezione di Domino’s; coloro che sono abbastanza fortunati da accedere al servizio riceveranno aggiornamenti tramite messaggi di testo sul percorso del Nuro, insieme al PIN per recuperare l’ordine dal robot R2 quando arriva. Il carico è stivato infatti dietro uno sportello che si apre a combinazione.

Domino’s è così orgogliosa della sua novità high tech da aver sfruttato il concetto per un pesce d’Aprile. Due settimane fa, infatti, è comparso in rete un video che celebrava il lancio della consegna robotica anche in UK. Tutto come in Usa, tranne il mezzo utilizzato, una due ruote a guida autonoma tanto futuribile quanto frutto di computer art. Qualcuno comunque ci ha creduto e la società ha celebrato così adeguatamente il suo April fool’s Prank 2021. Il video è qui sotto.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Negare l’evidenza

Corrono le voci sull’aumento delle accise sul gasolio. Per ridurre l’impatto sulla CO2, dicono. Un assurdo tecnico ed economico, ma sappiamo come vanno le cose

Leggi Tutto »

Detto e fatto

Tesla trasloca dalla California al Texas. Dopo le ordinanze di chiusura della sede di Fremont che avevano generato una battaglia legale, il marchio sposta la

Leggi Tutto »

Principio di realtà

Nei sogni spakkano e sono virtuose per l’ambiente, con costi d’esercizio risibili e potenze da F1. Ma nel mondo reale i problemi connessi all’uso delle

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli