klmlkm

Fidarsi è bene…

Proprio quando sarebbero più utili, gli ADAS mostrano la corda. Una ricerca sul campo svolta negli Usa svela quanto l’efficacia di questi sistemi vada in crisi in condizioni di maltempo; più marketing che vera sicurezza.

Un recente studio dell’American Automobile Association ha rivelato come la pioggia possa limitare grandemente l’efficacia dei sistemi avanzati di assistenza alla guida, quelli ormai convenzionalmente definiti come ADAS. In particolare, se la pioggia leggera diventa un acquazzone la loro efficacia in molti casi è assai ridotta quando non addirittura annullata; una situazione quanto mai pericolosa per l’ultima generazione di automobilisti, abituata a vetture che con l’elettronica mettono una toppa ai loro cronici problemi di disattenzione alla guida.

I sistemi di sicurezza dei veicoli si basano su sensori e telecamere per acquisire le informazioni della segnaletica orizzontale e del’ambiente circostante, quindi sono vulnerabili a fattori ambientali come la pioggia. Ma i test funzionali dei dispositivi sono svolti perlopiù in condizioni di tempo ottimali, ambiente che solo parzialmente rispecchia le eventualità meteo della vita reale. Occorre dunque allargare l’ambito di effettuazione dei test e prendere in considerazione ciò con cui le persone devono effettivamente confrontarsi nella loro guida quotidiana anche se, è doveroso dirlo, abbiamo visto comunque test condotti sotto cieli azzurri nel corso dei quali gli ADAS non hanno evitato collisioni o uscite di strada.
La AAA ha dunque realizzato una serie di prove il cui risultato mostra come i dispositivi non siano stati all’altezza di quanto promesso. Analizzando la situazione complessiva, è poi sorprendente che oggi il 90% delle automobili moderne ne sia equipaggiata quando non esiste un quadro normativo per il controllo del loro funzionamento; di fatto la dotazione è servita più che altro a far lievitare il prezzo di vendita.

Per simulare la pioggia è stato progettato un sistema con un serbatoio, una pompa ad alta pressione e un ugello per spruzzare l’acqua sul parabrezza. Il serbatoio è stato fissato nell’area di carico del veicolo di prova e l’ugello posizionato in modo che il getto coprisse l’intero parabrezza, ma senza interagire con i pneumatici del veicolo di prova. Nel dettaglio, durante i test con un parabrezza sporco (simulato con un mix di insetti, sporco e acqua), sono state notate solo piccole differenze, ma, le prestazioni complessive non sono state influenzate significativamente. Comunque, pur a fronte dello scarso decremento funzionale complessivo degli ADAS, è da rilevare che le telecamere sono sempre influenzate da un parabrezza sporco ed è importante quindi che i conducenti lo mantengano pulito.

Le cose cambiano però se l’intensità della pioggia cresce e di fatto si arriva alla condizione in cui il calo di visibilità dell’occhio umano è lo stesso del sistema elettronico: in questo caso la vettura non riesce ad evitare la collisione con l’ostacolo. I risultati mostrano quindi che il modo migliore per ridurre i rischi è quello di non fidarsi completamente di questi sistemi ma di seguire sempre le vecchie sane abitudini apprese a scuola guida. È consigliabile inoltre conoscere il funzionamento dei sistemi installati sul proprio veicolo; ciò potrebbe aiutare a prevedere le situazioni in cui un ADAS diventa cieco o conduce addirittura a situazioni pericolose.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Proiettare lo specchietto

E’ sostanzialmente questo l’argomento di un brevetto BMW, che intende superare in chiave high tech il vecchio retrovisore esterno. L’evoluzione tecnologica dell’automobile ha determinato grandi

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI NOSTRI ARTICOLI!

Iscriviti GRATIS alla nostra newsletter, riceverai ogni settimana un aggiornamento con i nostri migliori articoli